Archive | Riflessioni RSS feed for this section

“Vuoi una ragazza? Quante?” Registrazioni rivelano come un gruppo di destra ha cercato di rendere ebraica Gerusalemme Est.

Gruppi di destra hanno spesso usato tattiche di coercizione per acquisire proprietà palestinesi a Gerusalemme Est. Nir Hasson Haaretz, 10 gennaio 2018 “Vuoi una ragazza? Una, due, quante?… di che età le vuoi?” Chi parla è Matityahu Dan, presidente dell’organizzazione Ateret Cohanim ed elemento trainante degli insediamenti ebraici di Gerusalemme Est. Sta offrendo una ragazza […]






Leave a comment Continue Reading →

Ahed Tamimi è stata schiaffeggiata per prima, ma nessuno ne parla.

di Jonathan Ofir Modoweiss, 28 dicembre 2017 Il video di Ahed Tamimi che dà uno schiaffo a un soldato israeliano, che nella settimana scorsa ha scatenato un infuocato dibattito nella società israeliana sulla presunta mancanza di reazione dei soldati israeliani, o sul loro “autocontrollo”, ormai non ha bisogno di ulteriori presentazioni. La discussione si è […]






Leave a comment Continue Reading →

A Nabi Saleh ho smesso di essere sionista.

Lisa Goldman da «+972», 24 dicembre 2017. Prima che cominciassi a frequentare il villaggio di Nabi Saleh, avevo trascorso circa quattro anni a riferire ciò che vedevo a Gaza e in Cisgiordania, mentre guardavo con distacco la mia visione politica che si spostava sempre più a sinistra. Le cose di cui sono stata testimone in […]






Leave a comment Continue Reading →

Ilan Pappé a proposito della dichiarazione di Trump su Gerusalemme capitale.

da «www.islam21c.com», 12 dicembre 2017 Il noto storico israeliano Ilan Pappé scrive in questo articolo che l’annuncio di Trump su Gerusalemme ha dato il via a una catena di eventi che alla fine potrebbero portare ad un esito favorevole per i Palestinesi.     La dichiarazione del presidente Trump relativa al riconoscimento di Gerusalemme come […]






1 Comment Continue Reading →

Re e Imperatore.

di Uri Avnery. Gush Shalom, 2 dicembre 2017. Il SIONISMO è un credo antisemita. Lo è stato fin dall’inizio. Già il padre fondatore, Theodor Herzl, uno scrittore viennese, scrisse alcuni pezzi con una chiara inclinazione antisemita. Per lui il Sionismo non consisteva semplicemente in un trapianto geografico, ma era anche un mezzo per trasformare lo […]






Leave a comment Continue Reading →

Sionismo senza Gerusalemme.

Israele dovrebbe imitare Herzl e Jabotinsky, che erano disposti a rinunciare alla sovranità ebraica sulla Città Vecchia di Gerusalemme. di Dmitry Shumsky Haaretz, 12 dicembre 2017 “Le zone in questione nella Città Vecchia di Gerusalemme, i cui confini devono essere stabiliti sotto l’autorità della Società delle Nazioni, dovranno godere dello stesso regime di estraterritorialità che […]






Leave a comment Continue Reading →

L’hanno detto i fondatori: il Sionismo è colonialismo.

Il Sionismo è, ed è sempre stato, un progetto coloniale. I leader sionisti avevano capito che l’unico modo per costruire una maggioranza ebraica in Palestina era quello di cacciar via i Palestinesi indigeni e insediare Ebrei al loro posto. da: US Campaign for Palesinian Rights https://www.facebook.com/endthe0ccupation/posts/10155470771464442 modificato a cura di AssopacePalestina






1 Comment Continue Reading →

Altro che ‘china scivolosa’: Israele è già uno stato di apartheid.

Dall’elezione di Donald Trump, la colonizzazione si è intensificata con rinnovato entusiasmo. di Neil Macdonald CBCnews, 24 ottobre 2017. È giunto il tempo di chiamare le cose col proprio nome. È tempo di condividere il pensiero di molti leader politici israeliani, accademici, personaggi pubblici sia della destra che della sinistra, inclusi tre ex primi ministri, […]






Leave a comment Continue Reading →

Balfour dette l’avvio a una tragedia nazionale per il popolo palestinese. Con il BDS siamo passati al contrattacco.

di Omar Barghouti Newsweek, 2 novembre 2017. Quando, durante la Nakba del 1948, i miliziani sionisti, armi alla mano, cacciarono dalla sua casa di Safad mia nonna Rasmiyyah e la sua famiglia, l’operazione di insediamento coloniale messa in moto dalla Dichiarazione Balfour e culminata poi in pulizia etnica diventò qualcosa di più di una tragedia […]






Leave a comment Continue Reading →

Il contestato anniversario della ‘disastrosa promessa’ britannica.

di Ian Black The Guardian, 17 ottobre 2017. L’impegno britannico di fondare una ‘casa nazionale ebraica’ in Palestina viene celebrato e condannato, mentre si avvicina un anniversario che divide. La sera di giovedì 2 novembre 2017, in una sede elegante non ancora resa nota del centro di Londra, Theresa May parteciperà a un pranzo di […]






1 Comment Continue Reading →

La dichiarazione Balfour: uno studio sulla doppiezza britannica.

di Avi Shlaim Middle East Eye, 25 agosto 2017 Sono passati quasi 100 anni da quando questo documento ha cambiato il corso della storia, eppure la Gran Bretagna non ha ancora riconosciuto il rifiuto da parte di Israele del diritto all’autodeterminazione nazionale dei palestinesi– e la sua stessa complicità. La Dichiarazione Balfour, emanata il 2 […]






Leave a comment Continue Reading →

Gli Stati Uniti furono responsabili per il massacro di Palestinesi a Beirut nel 1982.

Washington aveva esplicitamente garantito la loro sicurezza, ma documenti recentemente desecretati rivelano che ai diplomatici americani era stato detto da parte degli israeliani che cosa loro e loro alleati erano sul punto di fare. di Rashid Khalidi THE NATION, 14 settembre 2007. La notte del 16 settembre 1982 il mio fratello più giovane ed io […]






Leave a comment Continue Reading →

Chi ha paura della nonviolenza?

di Michael Chabon e Ayelet Waldmanjan. The New York Times, 27 gennaio 2017 Issa Amro è stato recentemente al centro di vicende giudiziarie promosse dall’Autorità Palestinese. Arrestato il 2 settembre 2017 con l’accusa di “crimini elettronici” per aver denunciato su Facebook la detenzione di un giornalista che chiedeva le dimissioni del Presidente Abbas, è stato […]






Leave a comment Continue Reading →

Netanyahu ha sconfitto i Palestinesi?

Daniel Levy The National Interest, 24 agosto 2017. Israele ha certamente registrato alcune vittorie, mentre la leadership palestinese ha sofferto per le sue divisioni e la sua incapacità strategica. Le ormai lunghe indagini di polizia sugli affari del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu pare che abbiano varcato il Rubicone all’inizio di questo mese. Netanyahu è […]






Leave a comment Continue Reading →

Gaza deve vivere per la vita di tutta la Palestina.

Appello per una campagna internazionale A cura di Cultura è Libertà.   La vita della popolazione di Gaza è seriamente messa in pericolo e noi, cittadini/e del mondo, associazioni, gruppi, non credenti e credenti di fedi diverse, sentiamo la responsabilità di agire laddove le Risoluzioni hanno fallito, e porre all’attenzione internazionale questo lento genocidio. Prima […]






Leave a comment Continue Reading →