Archive | Riflessioni RSS feed for this section

Ora siamo tutti in uno stato unico

Il dibattito ideologico sul futuro di Israele-Palestina nasconde il fatto che, nell’ultimo decennio, abbiamo vissuto in realtà in uno stato unico. di Noam Sheizaf +972, 27 dicembre 2019 Pochi giorni prima della seconda tornata di elezioni israeliane del 2019, il Primo Ministro Benjamin Netanyahu ha annunciato una conferenza stampa speciale. C’era molta attesa: il primo […]

Leave a comment Continue Reading →

Perché le colonie sono un problema per Benjamin Netanyahu.

di Victor Kattan Just Security, 19 dicembre 2019 Il 18 novembre, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha annunciato che “L’istituzione di insediamenti civili israeliani in Cisgiordania non è di per sé incompatibile con il diritto internazionale”. La dichiarazione è stata generalmente vista come un regalo politico di un presidente impantanato in problemi legali […]

Leave a comment Continue Reading →

La trafila per un’indagine della Corte Penale Internazionale sui presunti crimini di guerra commessi da Israele: quali sono le prossime tappe?

Gli esperti di legge internazionale spiegano la lunga e complicata strada per aprire un’inchiesta sui presunti crimini di guerra commessi da Israele in Cisgiordania e a Gaza. di Noa Landau  Haaretz, 22 dicembre 2019 19 agosto 2019. ANDREW MCCONNELL La strada per avviare un’indagine su presunti crimini di guerra da parte di Israele e dei […]

Leave a comment Continue Reading →

Un documento della polizia israeliana dimostra che la soppressione del TIPH ha motivazioni politiche.

Peace Now, 19 dicembre 2019 Il 28 gennaio 2019 il primo ministro Netanyahu ha deciso di non prorogare il mandato della Presenza Internazionale Temporanea a Hebron (TIPH), l’organismo incaricato di osservare la situazione intorno all’insediamento israeliano di Hebron, come previsto nel Protocollo di Hebron firmato tra Netanyahu e Arafat nel 1997. La decisione, che ha […]

Leave a comment Continue Reading →

Per capire la violenza dell’occupazione israeliana, leggete queste 30 storie.

La violenza e il whitewashing sono la doppia elica del DNA dell’occupazione. Ecco 30 storie di palestinesi uccisi o feriti dalla sua brutalità, raccolte da B’Tselem nel corso di tre decenni. E sono solo la punta dell’iceberg. Hagai El-Ad – 10 dicembre 2019 da: INVICTA PALESTINA, 17/12/2019 Aishah Abu Laban ha 70 anni. Ne sono […]

Leave a comment Continue Reading →

Dopo cinque anni di attesa, ancora nessuna indagine nel Rapporto del Procuratore della Corte Penale Internazionale sulle attività preliminari del 2019.

Al-Haq, 6 dicembre 2019 Il 5 dicembre 2019 l’Ufficio del Procuratore della Corte Penale internazionale (CPI) ha pubblicato una relazione anticipata sulle indagini preliminari 2019, includendo una sezione di 6 pagine sulla situazione della Palestina. La relazione contiene ingiustificate e inquietanti mancanze tra cui l’omissione della Striscia di Gaza dai territori occupati nel 1967. Inoltre, […]

Leave a comment Continue Reading →

PALESTINA. Economia e occupazione: dal Protocollo di Parigi ad oggi (1a parte)

Francesca Merz 18 novembre 2019 Nena News Nel 1994 l’Olp e Israele firmarono il “Protocollo di Parigi” che formalizzava le relazioni economiche per cinque anni tra Tel Aviv e la nascente Autorità Palestinese. L’intesa è però ancora operativa e sancisce di fatto il controllo totale israeliano dell’economia palestinese Che ogni forma di controllo e repressione, e […]

Leave a comment Continue Reading →

Palestina. Economia e occupazione: dal Protocollo di Parigi ad oggi (2a parte)

(qui la prima parte) Francesca Merz 20 novembre 2019 Nena News Dal 1967 al 1993 Israele ha operato per trasformare i contadini e gli artigiani palestinesi in manodopera a basso costo. Dopo gli Accordi di Oslo la finta unione doganale tra Tel Aviv e Ramallah ha prodotto un annichilimento della capacità produttiva e di esportazione palestinese, […]

Leave a comment Continue Reading →

L’Europa può superare il suo stato di paralisi riguardo alla Palestina?

L’Unione Europea ha un nuovo responsabile della politica estera: questo è il motivo per cui deve resistere alle pressioni che vorrebbero rafforzare ulteriormente le relazioni dell’Europa con Israele Haaretz, 5 dicembre 2019 Quando Federica Mogherini entrò in carica come Alto Rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea nel novembre 2014, dichiarò che la soluzione dei […]

Leave a comment Continue Reading →

I social media e l’incitamento sionista ad uccidere

“La paura che hanno gli Ebrei, in realtà, è provocata da loro stessi: più gli Israeliani si rivelano spietati più hanno paura che i Palestinesi possano essere anche loro degli assassini. In modo analogo, più l’Ebreo odia i “goy” (i non-Ebrei) più viene tormentato dalla possibilità che il goy possa anche ricambiare manifestando la sua […]

Leave a comment Continue Reading →

Israele Globale

di Judith Deutsch The Bullet, 1 Novembre 2019 Guerra securocratica, confini securocratici, emissioni securocratiche La società umana a livello globale si sta dirigendo verso un precipizio che porta rapidamente all’estinzione. Questo trae origine dagli eventi catastrofici innescati dalle guerre del ventesimo secolo e dall’intensificarsi di una serie di pericoli conseguenti alla fine della guerra fredda. […]

Leave a comment Continue Reading →

Hamas, per il momento, è l’unico a comportarsi come un adulto responsabile nel conflitto tra Israele e Gaza

Hamas non si è unito alla Jihad Islamica nella campagna di rappresaglia con i razzi contro Israele. Ma se Netanyahu intensifica ulteriormente incursioni aeree o assassinii mirati, il partito al potere a Gaza sarà costretto a entrare nella mischia. di Muhammad Shehada   Haaretz, 13 novembre 2019-11-13 La maggior parte degli abitanti di Gaza non conosceva […]

Leave a comment Continue Reading →

Le elezioni sono un diritto del popolo

di Mustafa Barghouti Segretario Generale di Iniziativa Nazionale Palestinese 20 ottobre 2019. Ci sono almeno sei motivi che rendono obbligatorio esercitare ogni possibile sforzo perché si tengano le elezioni in Palestina. Il primo è che le elezioni sono un diritto che è stato sottratto ai Palestinesi da oltre nove anni, e nessuno mai dovrebbe avere […]

Leave a comment Continue Reading →

Israele si prepara a trasformare i cittadini Beduini in rifugiati nella loro terra.

di Jonathan Cook  Mondoweiss, 16 ottobre 2019. La lunga lotta di decine di migliaia di cittadini israeliani per non essere sradicati dalle loro case, alcuni per la seconda o terza volta, dovrebbe bastare a provare che Israele non è proprio il tipo di democrazia liberale di stampo occidentale che dichiara di essere. La scorsa settimana […]

Leave a comment Continue Reading →

I curdi e la lezione di Sabra e Chatila

di GIANLUCA DI FEO Rep: Repubblica, 18 OTTOBRE 2019 Nel 1982 l’esercito israeliano irrompe in Libano per creare una fascia di sicurezza sul confine ed impedire gli attacchi terroristici: una situazione molto simile a quella che si sta verificando oggi in Siria. Finì con il massacro di migliaia di civili: allora erano palestinesi, ora rischiano […]

1 Comment Continue Reading →