Smotrich: i cadaveri palestinesi dovrebbero essere “messi su carri e portati a giro per le strade” come lezione per tutti gli altri

Giu 15, 2024 | Notizie

dallo Staff di New Arab,

The New Arab, 13 giugno 2024. 

Il deputato israeliano di estrema destra Bezalel Smotrich ha chiesto che i corpi morti dei prigionieri palestinesi siano “portati a giro per le strade” come lezione per gli altri.

Il ministro delle Finanze di estrema destra di Israele ha fatto questi inquietanti commenti durante una riunione di gabinetto, domenica 9 giugno. [Getty].

Il ministro delle Finanze israeliano di estrema destra, Bezalel Smotrich, ha chiesto che i cadaveri dei prigionieri palestinesi siano “messi su carri e trascinati per le strade”, in modo che servano da lezione a coloro che intendono “compiere operazioni contro obiettivi israeliani”.

Il parlamentare estremista ha fatto questi agghiaccianti commenti durante una riunione del gabinetto israeliano, domenica scorsa, in cui si discuteva della restituzione dei corpi dei prigionieri alle loro famiglie.

Il quotidiano israeliano Maariv ha riferito lunedì 10 giugno che l’incontro ha avuto luogo dopo che era stata presentata una petizione alla Corte Suprema di Israele per conto della famiglia di Walid Daqqa, morto ad aprile, chiedendo che il suo corpo venga rilasciato e consegnato alla sua famiglia.

Daqqa, cittadino palestinese di Israele originario di Baqa Al-Gharbiyyah, era in carcere dal 1986 ed è morto ad aprile dopo che nel 2022 gli era stato diagnosticato un cancro al midollo spinale. 

L’incontro di domenica 9 ha visto i ministri israeliani litigare sull’argomento. Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha dichiarato che “approvare la restituzione dei corpi dei terroristi” fa parte dei suoi poteri e che lui aveva deciso che “il corpo di Walid Daqqa fosse trattenuto e che altri cinque corpi fossero rilasciati. Tuttavia, [il ministro della Sicurezza Nazionale di estrema destra Itamar] Ben Gvir ha deciso di ignorarmi e ha ordinato alla polizia di non [eseguire l’ordine di rilascio]”.

Gli opinionisti suggeriscono che Israele potrebbe voler trattenere il corpo dello scrittore in previsione di uno scambio di prigionieri con Hamas.

I corpi dei prigionieri palestinesi come “merce di scambio”.

Ben Gvir ha risposto: “Questo è uno stato democratico. Credo che rilasciare i corpi dei terroristi israeliani dimostri negligenza. Mina anche la possibilità di rilasciarli in cambio di ostaggi o di corpi di ostaggi. Non capisco quale sia il motivo di tutto questo panico e della fretta di rilasciarli. I corpi devono essere trattenuti”.

Alcuni ministri hanno appoggiato la posizione di Ben Gvir, tra cui il Ministro della Giustizia Yariv Levin e la Ministra dei Trasporti Miri Regev, prima che Smotrich proponesse: “Dovremmo mettere i corpi in un carro e trascinarli per il centro della città, come facevano nella Torah, per servire da lezione ad altri”.

Il Primo Ministro Benjamin Netanyahu ha concluso l’incontro dicendo: “È stato deciso di non rilasciare i corpi degli arabi israeliani, finché non verrà presa una decisione diversa”.

Lunedì 10, Smotrich ha ordinato all’autorità fiscale israeliana di detrarre 130 milioni di shekel dai proventi delle tasse raccolte per l’Autorità Palestinese, in modo da poterli trasferire a 28 famiglie israeliane che considera “colpite dal terrorismo” e a informatori palestinesi per Israele.

Il quotidiano israeliano di destra Israel Hayom ha riferito che la decisione di Smotrich consentirebbe l’applicazione di sentenze giudiziarie rimaste inapplicate per anni.

Gli importi dei risarcimenti, alcuni dei quali raggiungono cifre di milioni per famiglia, saranno trasferiti nei prossimi giorni.

Negli ultimi anni, Israele ha approvato diverse leggi che hanno aperto la strada al sequestro “legale” dei fondi raccolti per l’Autorità Palestinese, ma l’establishment di sicurezza israeliano si è finora opposto a questa iniziativa, temendo che potesse danneggiare la stabilità dell’Autorità Palestinese.

https://www.newarab.com/news/smotrich-palestinian-dead-should-be-dragged-through-streets

Traduzione a cura di AssoPacePalestina

Non sempre AssoPacePalestina condivide gli articoli che pubblichiamo, ma pensiamo che opinioni anche diverse possano essere utili per capire.

.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Fai una donazione

Fai una donazione tramite Paypal alla nostra associazione:

Fai una donazione ad Asso Pace Palestina

Oppure versate il vostro contributo ad
AssoPace Palestina
Banca BPER Banca S.p.A
IBAN: IT 93M0538774610000035162686

il 5X1000 ad Assopace Palestina

Il prossimo viaggio