Buongiorno Palestina! trasmissione radio Wombat sulla Palestina

Apr 8, 2020 | Iniziative

Il gruppo di Firenze di Assopace Palestina una volta alla settimana partecipa ad una trasmissione su Wombat Radio intitolata Buongiorno Palestina, ogni settimana con argomenti diversi.

Potete ascoltare le ultime 62 puntate cliccando sul titolo di ogni puntata.

Puntate trasmesse

Buongiorno Palestina 62

Foglie di Gelso

L’autore, Aysar Al Saifi, ci presenta una serie di racconti sull’esperienza della prigionia dei palestinesi nelle carceri israeliane. Un’opera che non mostra un’impronta unicamente politica, ma si concentra ampiamente sull’esperienza umana e i sentimenti che ne vengono suscitati. Si tratta di storie vere, tramandate all’interno del campo profughi di Dheisheh a Betlemme, uno dei più grandi della Palestina/Cisgiordania, di cui è originario l’autore. Una testimonianza che espone l’eterogeneità delle esperienze dei prigionieri, le diverse opinioni riguardo l’occupazione israeliana e il rapporto con il nemico-vicino e con la propria terra. Un libro che dà voce ai senza voce. Prefazione di Luisa Morgantini. Postfazione di Chef Rubio.

Musica: Souad Massi (سعاد ماسي): “Khalouni”(lasciami !)-Ghir Enta غير انت (senza te)- Ech Edani (I Shouldn’t Have Fallen in Love With You)

Buongiorno Palestina 61

La questione dei rifugiati palestinesi nel diritto internazionale

Francesca Albanese, ricercatrice alla Georgetown University, è stata funzionario legale presso l’UNRWA. In questa intervista ci parla della condizione dei rifugiati palestinesi e della diaspora che li ha costretti ad emigrare in vari paesi del mondo dopo la Nakba del 1948 e la Guerra del 1967. Francesca Albanese e Lex Takkenberg sono autori del libro Palestinian Refugees in International Law, un testo di riferimento fondamentale che fornisce una migliore comprensione della questione dei rifugiati palestinesi e della sua risoluzione.

Musica: Souad Massi “Salam” in Between Heaven and Earth di Najwa Najjar -dal Trailer di Paradise Now di Hany Abu-Assad – Il giardino dei Limoni di Eran Riklis – Gruppo musicale Scialabia in “El helwati” شلبية – الحلوة دي

Buongiorno Palestina 60

Stop the Wall – Campagna per un Mondo senza Muri: www.stopthewall.org

Intervista a Maren Mantovani, coordinatrice internazionale della CampagnaSTOP THE WALL e della Palestinian Land Defense Coalition.
Nato nel 2002 con l’inizio della costruzione del Muro di separazione in Israele, il movimento STW conta oggi la partecipazione di 2100 organizzazioni nel mondo.
Stop The Wall (www.stopthewall.org) promuove la resistenza dei comitati popolari in Palestina e si impegna a rompere le complicità politiche ed economiche tra Israele, modello di apartheid, di segregazionismo e militarismo con il resto del mondo.
Componente essenziale di questa lotta è il collegamento con il BDS (Boycott, Divestment, Sanctions) contro cui Israele ha istituito addirittura un Ministero.

Musica: Marwan Abado & Band live in Beirut 2010: “Palestine remains my melody”-

Buongiorno Palestina 59

INTERVENTO DI MONI OVADIA ALLA SEDUTA DELLA COMMISSIONE PACE DEL COMUNE DI FIRENZE

Nell’ambito delle attività della Commissione Consiliare 7, Pari opportunità, Pace, Diritti umani, Relazioni internazionali, Immigrazione, è stato invitato Moni Ovadia, uomo di teatro, attivista per i diritti civili e sociali e profondo conoscitore della cultura ebraica.

Buongiorno Palestina 58

PALESTINE NEWS 3

Riepilogo delle  notizie più rilevanti pubblicate nell’ultimo mese e che riguardano la Palestina sia a livello   palestinese che israeliano, italiano, europeo e infine internazionale.

Notizie tra cui:

  • Raccolta delle olive e pandemìa con violenze squadristiche e demolizioni
  • Niente visto a chi si occupa di diritti umani
  • Boicottare Israele è un diritto
  • Crescente disagio ebraico

Buongiorno Palestina 57

Per la Rubrica Mondo Giovani:

Giovani Palestinesi della diaspora in Italia  e altrove. 

In questa puntata i GPI, giovani di seconda generazione ci parlano dei loro rapporti con la Palestina, delle difficoltà di entrare nella loro terra, gli impedimenti, le attese e gli interrogatori snervanti degli israeliani alle dogane, dell’impossibilità di muoversi sul territorio e viaggiare come semplici turisti. Questi giovani ci parlano dei loro sentimenti, le prime emozioni nel visitare una terra di cui spesso hanno solo sentito parlare dai loro genitori e di come sono considerati dai loro connazionali quando vanno a trascorrere un periodo di vacanze o a trovare i loro parenti. Raccontano della diaspora palestinese, del diritto al ritorno, delle diversità dei diritti acquisiti dai rifugiati  negli anni in Giordania piuttosto che in Siria o in Libano.

Questo il link al commento di GPI sulla recente visita di Luigi di Maio a Tel Aviv: https://www.facebook.com/giovanipalestinesi.italia/videos/718925402041107

Buongiorno Palestina 56

Per la rubrica Mondo Giovani : Giovani Palestinesi d’Italia 

Si costituiscono in Associazione, di cui attendono ancora il riconoscimento ufficiale, nel 2016. Si tratta di circa 150 giovani di seconda generazione palestinesi e italo-palestinesi che vivono studiano e lavorano in Italia. Il loro collettivo è apartitico e laico. Il loro obiettivo è portare e diffondere il messaggio, l’identità e la causa palestinese in Italia e nel Mondo. Come tutti i giovani, nei confronti delle generazioni precedenti, hanno delle divergenze su aspetti sociali o politici  ma  rimane un filo conduttore che li unisce al passato e dal quale nessuno di loro deroga: l’amore per la Palestina, la vicinanza ad un popolo che non ha quasi più terra e che è diventato il paradigma per tutto ciò che c’è di negativo nel mondo: apartheid, sopraffazione, non rispetto del diritto internazionale. La loro pagina su Facebook: https://www.facebook.com/giovanipalestinesi.italia 

Buongiorno Palestina 54

PALESTINE NEWS 2 

Alcuni titoli di questa lunga Rassegna Stampa:

 dalla Palestina 

  • Storie di ordinaria violenza
  • I vivai di Qalquilya
  • IED:Improvised Esplosive Device all’ingresso di Kufr Qaddum
  • Gli israeliani impediscono ai musulmani l’accesso ai luoghi sacri
  • La mia detenzione amministrativa: Imad Barghouthi scrive dalla prigione
  • Il blocco a Gaza compie quattordici anni ed è illegale come sempre
  • Lo sradicamento degli alberi di ulivi dei bulldozer israeliani
  • Dopo 15 anni, Fatah e Hamas si accordano per le elezioni palestinesi
  • La destra israeliana sta cancellando l’arabo da Gerusalemme, un cartello stradale alla volta
  • Gli accaparramenti israeliani di terre impediscono ai palestinesi di accedere ai santuari musulmani (maqam) in Cisgiordania, che cadono in rovina o vengono deliberatamente distrutti.

da Israele

  • La costruzione della strada 935 danneggia gravemente le proprità palestinesi
  • La normalizzazione di Israele potrebbe portare alla divisione della moschea di Al-Aqsa(AAIP)
  • Assassini come eroi
  • Eugenetica e pulizia etnica: i valori che uniscono gli Stati Uniti e Israele
  • Dopo le pressioni a favore di Israele The Lancet censura una lettera sulla situazione sanitaria a Gaza

dall’Italia

Internazionale

  • oltre 450 organizzazioni in tutto il mondo chiedono all’ONU un’inchiesta sull’apartheid israeliana
  • Portare finalmente di fronte alla giustizia i criminali di guerra israeliani?
  • Siria: le vittime di raid Israeliani  non interessano a nessuno
  • Sondaggio elezioni americane: da che parte pende la bilancia ?
  • Facebook censura i palestinesi
  • Libano: “L’estinzione del Libano”  su Cultura è Libertà 

Buongiorno Palestina 53

Suad Amiry al Giardino dei Ciliegi

Suad Amiry, architetta e scrittrice palestinese, autrice del best seller Storia di un abito inglese e di una mucca ebrea, ci parla della sua vita di figlia di rifugiati, studiosa ed infine fondatrice del Centro per la Conservazione dell’Architettura Storica Palestinese di Ramallah in Cisgiordania dove vive ed insegna all’università Bir Zeit. La sua presenza al Giardino dei Ciliegi di Firenze fa seguito alla sua partecipazione a Roma al Festival di Cultura palestinese Falastin che le concitate urla dei sionisti non solo di casa nostra – oltre ad Associazione Italia-Israele e Comunità Ebraica romana è stato mobilitato anche il Centro Wiesenthal di Los Angeles – non sono riuscite nel tentativo di impedire.

Buongiorno Palestina 52 

Firenze per la Palestina 

Incontro di mercoledi 23/9 presso il CPA di Firenze SUD con l’intento di dare corpo al termine “Firenze per la Palestina”, termine che è stato adottato nel passato in più di una occasione. All’incontro hanno partecipato: AssopacePalestina Firenze, Associazione di Amicizia Italo-Palestinese Onlus, Cpa Firenze-Sud, Cantiere Camilo Cienfuegos di Campi Bisenzio, Comunità Palestinese di Firenze.

La riunione si è conclusa con le decisioni di condividere e diffondere l’appello da più di 450 organizzazioni mondiali della società civile all’Assemblea Generale ONU per una indagine internazionale sul regime di apartheid di Israele, promuovere iniziative perché gli enti locali approvino ordini del giorno/mozioni a sostegno del popolo palestinesi all’interno delle proprie assemblee elettive, organizzare iniziative divulgative e informative con i collettivi universitari e condividere le informazioni sulle iniziative in programma in modo da creare un calendario condiviso che eviti sovrapposizioni. Preparare una piattaforma su cui convocare un’assemblea cittadina per riflettere insieme e rilanciare la solidarietà con il popolo palestinese.

Buongiorno Palestina 51

Osservatorio Giovani

Oggi abbiamo ai nostri microfoni Giulia Terrosi, una giovane laureata in Scienze Politiche intervistata da Anna di Giusto (Assopacepalestina-Fi), che ci racconta la sua esperienza di lavoro con CDCD, una ONG che opera in Palestina.

Giulia ha al suo attivo un discreto courriculum formativo e di stage in svariati paesi a cominciare dal Libano, dove ha sviluppato la sua tesi in Relazioni Internazionali. Dopo un Master nel 2012 per l’ISPI (Istituto di Studi Internazionali) lavora come Project Analyst per  “The Center for Democracy and Community Development (CDCD) che opera a Gerusalemme-Est in progetti finanziati dall’Unione Europea e mirati a programmi di pace e sviluppo. Costretta ad andarsene dalla Palestina dopo soli cinque mesi, nel 2014 lavora in Kosovo come Assistant Project Manager e collabora al progetto: “Women Together for the empowerment“, primo Centro Antiviolenza per le donne.  Nello stesso anno è co-fondatrice della divulgazione di “Un Altro Genere di Rispetto”,  postato su Facebook, WordPress e Instagram. Nel 2015 è Coordinatrice di gruppi volontari di Emergency Onlus e dal 2018 lavora a Firenze per l’Università Internazionale Lorenzo de’ Medici impegnata sempre su tematiche contro gli stereotipi di genere, discriminazioni e violenze verso le donne, diritti umani.

Musica:

Marcel Rami e Bashar Khalifa: “Lo specchio della Luna“-  Marcel Khalifa: “Ommi” – Kadim Al Saher : “Bereed Beirut” – Dalida: “Lebanon

Buongiorno Palestina 50

Intervista a Gianni Toma, responsabile Medio Oriente presso COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti).

Il COSPE è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Nasce nel 1983 e muove i primi passi in Africa, lavorando sull’antirazzismo, nelle scuole e con le associazioni di immigrati. Oggi il COSPE opera in 25 Paesi del mondo con circa 70 progetti.  Gianni Toma lavora nel settore della Cooperazione Internazionale dal 2000. E’ stato addetto stampa COSPE dal 2001 al 2006 e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sui temi della cooperazione internazionale, dell’intercultura, dei diritti umani e delle libertà di espressione.

La Scuola COSPE nasce nel 2004 con l’obiettivo di proporre percorsi formativi che preparino a una carriera nella Cooperazione Internazionale ed il Non Profit. Oggi la Scuola ha il riconoscimento dalla Regione Toscana. Informazioni e approfondimenti sul sito: https://www.cospe.org/

Musica: Zade Dirani: “I nostri cuori battono ancora” Unicef 2017 – I Muvrini: “Ma soer musulmane” Album Luciole 2017

Buongiorno Palestina 49

In questa 49° puntata viene proposta la recensione di quattro libri, i primi tre a cura di Marisa sono: di Susan Abulhawa, “Contro un mondo senza amore“, il suo ultimo libro uscito quest’anno per Feltrinelli e “Ogni mattina a Jenin” del 2011. Di Ghassan Kanafani “Uomini sotto il sole” del 1963 e “Ritorno ad Haifa” uscito nel 1969 in arabo e nel 1991 in Italia. 

Buongiorno Palestina 48

Palestine news

I titoli di questa lunga Rassegna stampa e notiziario di fine agosto:

  • Peggiorano le condizioni di salute dei quattro palestinesi  che hanno attuato lo sciopero della fame contro la detenzione amministrativa
  • Israele usa i droni per causare distruzioni a Gaza
  • Riyadh frena sull’accordo di normalizzazione con Israele
  • Israele reprime la Cultura Palestinese
  • Vittoria in tribunale per i tre di Humboldt
  • Annessione della Cisgiordania e “Accordo di Abramo”
  • Archivio di Stato di Israele: come Israele nasconde il suo passato
  • In-Giustizia” israeliana: l’assassinio di palestinesi si cancella ai servizi sociali
  • Bottini di guerra: trafugate dal Mossad le “Corone di Damasco” e preziosi manoscritti islamici.
  • Israele: porte chiuse ai “convertiti” all’ebraismo
  • “Rifiutai l’offerta di pace di Olmert”: Abu Mazen si racconta
  • Qualche luce in Germania sulle accuse di antisemitismo
  • Pacchi esplosivi israeliani a Kafr Kaddum e Nablus
  • Gaza sotto bombardamenti israeliani per il 24° giorno consecutivo, con elettricità a singhiozzo e mancanza di acqua combatte anche contro il Covid-19.

Buongiorno Palestina 46

Monica Maurer: una regista militante.

Il Fondo Monica Maurer custodito dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) raccoglie sia film finiti, sia sequenze non montate della produzione cinematografica della regista tedesca Monica Maurer, prevalentemente inerenti la rivoluzione palestinese in Libano e Palestina negli anni compresi tra il 1977 e il 1987. Monica Maurer è membro del consiglio di amministrazione di AAMOD, nonché curatrice di numerosi festival ed eventi cinematografici in giro per il mondo. In collaborazione con l’Istituto di Cinema Palestinese, la documentarista Monica Maurer ha realizzato diversi film che raccontano le sofisticate infrastrutture ed istituzioni sociali, sanitarie, produttive e culturali dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) nei campi profughi in Libano, le invasioni israeliane del 1978 e del 1982, la vita sotto occupazione militare israeliana in Cisgiordania dal 1967, la lotta per la terra e la nascita della Prima Intifada. Tra il 1977 e il 1982 ha realizzato numerosi film – come autore, regista e produttore – in collaborazione con il Palestinian Cinema Institution e l’Informazione Dipartimento della Repubblica Popolare Cinese (Palestine Red Crescent Society) Tra quelli: “Palestine Red Crescent” , “The Fifth War” , “Born out of Death” (1981),”War Lab”, “Ascolta!”, “Palestine in Flames”. Negli ultimi anni, si è dedicata, con il contributo di Emily Jacir, a digitalizzare circa 33 bobine del documentario “Tell Al Zaatar” che risale agli anni ’70. Progetto di Monica Maurer e dei suoi collaboratori registi e archivisti è la realizzazione di un Archivio Nazionale  del Cinema  Palestinese, che la regista vorrebbe veder realizzato soprattutto per le nuove generazioni che non conoscono questa parte importante della storia della Palestina, perché, come lei dice, non c’è futuro senza memoria.

Buongiorno Palestina 45

Nella trasmissione di oggi incontriamo Giorgio Forti, membro di ECO, Ebrei Contro l’Occupazione, Prof. Emerito di Biochimica delle Piante alla Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Milano, ricercatore alla Johns Hopkins University di Baltimora. E’ Socio Nazionale dell’Accademia dei Lincei, già direttore del Centro di Studio della Biologia Molecolare delle Piante. 

Il Prof. Forti è anche membro di Salam ragazzi dell’Ulivo, ha collaborato con la ONG Vento di Terra alla costruzione della Scuola di Gomme, finanziata anche dal Ministero italiano degli affari esteri nel villaggio beduino di Al Khan Al Ahmar – Gerusalemme Est.  

Si trasmette poi parte delle voci del  presidio davanti alla sede Rai di Roma per contestare che su Rai1 nella trasmissione a Quiz “L’eredità” condotta da Flavio Insinna, alla domanda quale fosse la capitale di Israele si desse per sbagliata la risposta della concorrente che aveva detto Tel Aviv correggendola con Gerusalemme

Alle pretese di Israele di appropriarsi di Gerusalemme, l’ONU ha risposto più volte con Risoluzioni negative  del Consiglio di Sicurezza già nel 1980,  e la stessa definiva Gerusalemme città sotto giurisdizione internazionale e non già capitale dello Stato di Israele.

Buongiorno Palestina 44

Oggi parleremo con Bassam Saleh,
giornalista palestinese, coordinatore di organizzazioni palestinesi e italiane  che da molti anni vive in Italia,  a lui chiederemo innanzitutto le sue riflessioni sull’attualità del momento: la dichiarazione del governo israeliano Netanyah-Ganz volto ad ottenere l’annessione della Valle del Giordano; parleremo quindi di quali saranno le iniziative per contrastare questo ennesimo sopruso che elude il Diritto Internazionale e che toglie questa ricca regione agricola ai 65.000 palestinesi che ci vivono da più di 70 anni, per consegnarla a 10.000 coloniisraeliani.   
Nel corso della trasmissione ascolterete brani tratti dal film: “Al Fatah” girato in Palestina dopo la Guerra del 1967, dal regista italiano Luigi Perelli, film recentemente restaurato dal Centro di Documentazione Operaia di Roma. 
E’ un’inchiesta cinematografica sul principale protagonista della resistenza palestinese: il movimento di liberazione della Palestina “Al Fatah”. Il documentario mostra la vita nei campi profughi; illustra l’organizzazione politica della resistenza nelle sue articolazioni più importanti come i sindacati, la milizia popolare, la stampa; informa sull’organizzazione civile, gli ospedali, le scuole;
Sul blog di RadioWombat sulla pagina di Buongiorno Palestina n.44 troverete il link al film, disponibile in internet gratuitamente:  
https://www.youtube.com/watch?v=93rpCT2uMu0

Buongiorno Palestina 43

PALESTINA e CINEMA 

La persona che incontriamo oggi è Riccardo Bocco, professore di sociologia politica all’Istituto di Studi Internazionali e dello Sviluppo di Ginevra.
Il professor Bocco ha una profonda conoscenza della filmografia palestinese sia per quanto riguarda il cinema per il grande pubblico che per quanto riguarda la documentazione filmografica.

Oggi Buongiorno Palestina! festeggia un anno di trasmissione. Per questo anniversario vi offriamo una puntata speciale di 1 ora e mezzo e un breve filmato di 10 minuti, che vi farà vedere attraverso la semplice preparazione di un piatto tradizionale, di quale normalità è fatta la vita quotidiana dei palestinesi.

Questo il link al film breve: Maqloubehdi Nicolas Damuni (2012).:  https://www.youtube.com/watch?v=GmsE3Ls3cPI&feature=emb_logo

Buongiorno Palestina 42

 Luglio 2020: “La nuova Nakba”

Il Governo Netanyahu-Ganz si appresta ad applicare l’”Accordo del secolo“, così definito da Trump, quello dell’annessione della Valle del Giordano e di Gerusalemme Est. Si tratta di zone già sotto il tallone di Israele ma la cui “normalizzazione” segnerà il destino di tanti palestinesi, una nuova Nakba. Ne parliamo in un’intervista a Chiara Cruciati, giornalista e scrittrice, firma nota del Manifesto per i problemi del Medio Oriente fin dal 2011. Chiara è Caporedattrice dell’agenzia di informazione Nena News,  (Near East News Agency), collabora anche con Left, Rassegna Sindacale, L’Indro, Terra Santa. Tra le sue produzioni i due libri “Cinquant’anni dopo” e “Israele, mito e realtà” scritti insieme a Michele Giorgio.  Nena News, aperta al contributo di giovani reporter, si propone di fornire aggiornamenti quotidiani sui conflitti in corso, sui processi politici di cambiamento, le dinamiche sociali, le lotte dei lavoratori, il protagonismo emergente dei giovani e delle donne, le produzioni culturali e musicali.  Lo fa sia attraverso la pubblicazione di articoli, reportages ed analisi, che mediante la produzione e diffusione di materiale multimediale.

 Link : https://nena-news.it/chi-siamo/

Buongiorno Palestina 41

15 maggio 2020: la Nakba 72 anni dopo.

L’ideologia coloniale alla base dell’insediamento sionista in Palestina. La ricchezza
culturale e linguistica della Palestina. Le pratiche razziste di cancellazione della memoria e di persecuzione delle vittime. Conversazione con Wasim Dahmash,saggista, docente e traduttore di lingua e letteratura araba, direttore di Edizioni Q (Roma) .
Segue una breve intervista ad Abed Daas della Comunità palestinese fiorentina.

Iniziativa mondiale per il giorno della Nakba:  Unisciti al Nakba Day Rally online il 15 maggio 2020. Sentiremo parlare palestinesi, artisti e performer, oltre a figure chiave del movimento di solidarietà! Meeting Registration: Please sign up and reserve a space in the Zoom room – there’s a 1,000 participant limit and we expect space to fill up fast.

Buongiorno Palestina 40

Il movimento BDS in Italia

Conversazione con Raffaele Spiga che ne è stato l’alfiere.Ricordiamo Omar Bargouthi, ideatore palestinese del BDS, le prime azioni, l’accettazione dell’iniziativa. Ricordiamo che BDS sta per Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro l’occupazione e l’apartheid israeliane.Il movimento BDS sostiene la parità di diritti per tutte e tutti e costituisce una forma di lotta non violenta contro ogni forma di razzismo, fascismo, sessismo, antisemitismo, islamofobia, discriminazione etnica e religiosa.

Importante! Leggete attentamente e agite ! Campagna Boicottaggio di “Puma” 
Al link le 3 azioni per domani: ci vogliono solo pochi minuti per partecipare: https://bdsitalia.org/index.php/campagne/sportivo/2557-giornata-puma-3
Ecco il video che racconta la campagna: https://www.facebook.com/BDSItalia/videos/644059662813649/  Per chi vuole fare di più, altre idee di azioni che puoi fare da casa: https://bdsitalia.org/index.php/campagne/sportivo/2556-puma-3rd-action-day

Buongiorno Palestina 39

  • In prima pagina : le raccomandazioni del nostro nuovo Presidente del Consiglio per affrontare il ritorno alla normalità, dopo la pandemia.
  • Recensione di libri a cura di Marisa

Il maestro di Gaza” di Ramy Balawy e Alessandra Ravizza – Ed. Aut.: una scrittura di grande umanità che Alessandra ha saputo raccogliere in queste pagine dalla testimonianza di Ramy e dei suoi alunni. Il racconto ci trascina dentro la vita e la sensibilità dei ragazzi gazawi e ci mostra come ordinarie e quotidiane faccende, come andare a scuola, possano essere influenzate  dall’occupazione militare israeliana e dalla guerra, che tutto stravolge e distrugge.

50 ANNI DOPO 1967-2017 – I territori palestinesi occupati e il fallimento della soluzione dei due stati di Chiara Cruciati e Michele Giorgio – Alegre Ed. L’occasione è il cinquantesimo anno dalla “Guerra dei sei giorni” del 1967r. 223 pagine suddivise in 9 capitoli, il primo dei quali affronta la “Guerra dei sei giorni” e l’occupazione militare. Passando poi per la Nakba, l’Intifada, gli accordi di Oslo fino all’ultimo dal titolo “La comunità internazionale e il mantenimento dello status quo”.

Buongiorno Palestina 38

Il 25 Aprile ricorderemo anche  Vittorio Arrigoni insieme a:  Amicizia Italo-Palestinese, AssopacePalestina, Comunità Palestinese in Italia, Giovani Palestinesi in Italia, Società civile per la Palestina, Rete Romana di Solidarietà, Cultura è Libertà,  Amici della Mezzaluna Rossa  e tanti, tanti  altri …in questo modo:
Alle ore 15 in Italia e alle ore 16 in Palestina ci ritroveremo insieme esponendo sui terrazzi le bandiere della Pace, Palestinese, quella Italiana e suoneremo e canteremo Bella Ciao e Mawtinii (موطني)  

Buongiorno Palestina 37

GIORNALISTI COMPRATI

Giornalisti che confessano le condizioni a cui sono obbligati. Servilismo e silenzi sulla verità. Guerre USA, UK e Israele in Medio Oriente. Armi proibite vendute dalla Germania e loro effetti sulle vittime.
Diego Siragusa, scrittore e saggista, è autore de “Il terrorismo impunito” sui crimini di Israele. Ha tradotto e scritto l’introduzione a “Vivere con la spada”, diario-confessione di Moshè Sharett primo ministro israeliano nel 1954-55, di Livia Rokach con prefazione di Noam Chomsky. Con il libro “Cercate l’Angkar“, scritto in collaborazione con Bovannrith Tho Nguon, edito da Jaca Book, ha ricevuto il Premio Tiziano Terzani nel 2007.
Ha fatto la traduzione e la prefazione dei primi due volumi di “Sionismo, il vero nemico degli Ebrei” di Alan Hart già pubblicati nonché del terzo volume di cui è imminente la pubblicazione. L’ultimo suo saggio “Papa Francsco Marxista?” è stato tradotto in tedesco. Insegna Storia delle dottrine politiche, Storia del Risorgimento e Storia del conflitto israelopalestinese presso l’Università popolare di Biella. Di Siragusa sono stati pubblicati oltre 15 libri di storia, politica, letteratura.

Buongiorno Palestina 36

Gli ultimi 30 anni della Palestina rivisitati con Luisa Morgantini, già Vicepresidente del Parlamento Europeo con incarico alle politiche europee per l’Africa e per i Diritti Umani e membro della Delegazione per le Relazioni con il Consiglio Legislativo palestinese.
Le forme di resistenza e di lotta nei diversi momenti. Le posizioni e le responsabilità delle formazioni politiche palestinesi. I rapporti con i movimenti pacifisti israeliani. I gruppi ebraici per i diritti dei palestinesi. Ruolo ed entità della partecipazione degli internazionali.

Buongiorno Palestina 35

CULTURA E’ LIBERTA’ è il nome dell’associazione con cui Alessandra Mecozzi, già responsabile esteri della FIOM, opera oggi in Palestina.La Palestina che ci viene fatta conoscere attraverso la TV è quella delle reazioni violente. Ciò di cui non si parla è della cultura della Palestina. Va ricordato che le città palestinesi costituivano la élite culturale del medio oriente arabo. La Palestina ha una cultura che è nata non 70 anni fa, ma secoli fa. Alla cultura della Palestina è dedicata questa trasmissione per quanto riguarda in particolare un aspetto della cultura: quello della musica e quindi scuole di musica, strumenti musicali, artgianalità, orchestre, socialità ed intercultura.

Buongiorno Palestina 34

Trasformazioni nella società israeliana e in  quella palestinese e loro rapporti con le organizzazioni pacifiste italiane. Conversazione con Alessandra Mecozzi che seguì queste trasformazioni  dal 1987 in poi  come funzionaria della FIOM nazionale.

Buongiorno Palestina 33

  • Rassegna stampa della settimana
  • Gaza: “assassinare bambini per divertimento”
  • “Quarantadue ginocchia in un giorno a Gaza”: parlano i cecchini israeliani

Buongiorno Palestina 32

Intervento di Fausto Gianelli, avvocato di Giuristi Democratici sul tema: Israele e la Palestina: “Stato etnico e colonialismo nell’epoca della post-verità“, alla conferenza tenutasi al Teatro dei Fabbri di Trieste il 28 novembre scorso intitolata: “L’assenza della Palestina nei media: cause, ipotesi, soluzioni”.

Buongiorno Palestina 31

Consiglio Comunale di Firenze del 20/02/2020:

APPROVA la risoluzione 2019/00848Contro le politiche delle annessioni in Palestina” con voto a favore di Sinistra Progetto Comune, Lista Nardella, Partito Democratico, Fratelli d’Italia.
RESPINGE l’ODG.2020/00140 “Riconoscere Gerusalemme quale capitale indivisa dello Stato di Israele” presentata dalla Lega e votata anche da Forza Italia.

Buongiorno Palestina 30

Audizione di rappresentanti delle ONG italiane nel Mediterraneo e Medioriente presso la Commissione Esteri della Camera.
Oggetto: “Il piano Trump per la Palestina”

Buongiorno Palestina 29

  • Le colonie sioniste
  • La colonizzazione sionista dalla fine del 19° secolo ai giorni nostri
  • Le quattro fasi di appropriazione della terra palestinese

Buongiorno Palestina 28

invito a partecipare al presidio
“No al Piano Trump! La Palestina non è in vendita”
sabato 15 febbraio 2020,  ore 16.30
P.zza Strozzi – Firenze

Buongiorno Palestina 27

Un sasso nello stagno: con queste parole termina l’intervista ad Ave Mazzetti, detta anche “la palestinese” che vive e lavora a Viareggio ma anche e sopratutto in Palestina.

Buongiorno Palestina 26

Intervistiamo oggi il  Dott. Lorenzo Mirabile, chirurgo pediatrico,  che si reca due volte all’anno in Palestina per operare i bambini nei  territori palestinesi con il  PCRF (Palestinian Children Relief Found): a Gaza, Ramallah, Hebron e Gerusalemme Est (l’Ospedale Makassed).

Buongiorno Palestina 25

Laura e Fiorenza ci parlano della loro esperienza all’Aja in occasione della Manifestazione
contro i crimini d’Israele, affinchè questi fossero giudicati dalla Corte Penale Internazionale.

Buongiorno Palestina 24

Viaggi di conoscenza:

Ivana e Marina ci parlano della loro esperienza in Palestina durante la visita alla città di Hebron:

Buongiorno Palestina 23

Infanzia in Palestina:
negato il diritto all’istruzione e il diritto alla spensieratezza.
Con Silvia, Franca e Antonella, di ritorno dall’ultimo viaggio in Palestina.

Buongiorno Palestina 22

  • News della settimana
  • Lorenzo, di ritorno dalla Palestina e Israele ci parla delle coltivazioni di ulivi

Buongiorno Palestina 21

Il progetto coloniale sionista.
La sua impostazione a fine ‘800 e la sua continuità oggi nelle citazioni dei maggiori leader israeliani. La strumentalizzazione della tragedia della Shoah.
L’antisemitismo come pretesto per coprire l’impunità di Israele. Le reazioni nel mondo ebraico.

Buongiorno Palestina 20

Giacomo ci trasmette, in diretta la sua visita a Nablus all’Università di Al Najah con
interviste ad alcuni ex studenti, ora docenti che hanno vissuto la 2° Intifada.
L’occupazione israeliana nei villaggi di Mas’ha e Salfit e la casa palestinese che ha la porta di ingresso sul muro di separazione .

Buongiorno Palestina 19

Il movimento di lotta nella Valle del Giordano contro la requisizione dell’acqua da parte israeliana, l’impedimento alla coltivazione dei prodotti palestinesi ed il loro commercio.

Intervista a Rashed Khudairy

Buongiorno Palestina 18

Di ritorno da un viaggio in Palestina 2:

  • Ci hanno detto: “raccontate quello che avete visto”.
  • La differenza tra come la raccontano i nostri media e la realtà vista con i propri occhi.

Buongiorno Palestina 17

Testimonianze, appunti e ricordi dall’ultimo viaggio in Palestina: Marina e Silvia

  • Campi profughi in Palestina
  • Campi profughi in Libano

Buongiorno Palestina 16

  • BDS: cos’è e come viene visto
  • Antisemitismo e sionismo: differenze e interpretazioni
  • La Germania e le nuove disposizioni antisemite
  • Fascismo ebraico 80 anni dopo

Buongiorno Palestina 15

Testimonianze del viaggio in Libano

Buongiorno Palestina 14

Il sistema scolastico palestinese sotto occupazione. Un freno al diritto umano all’istruzione sono le occupazioni militari, di cui il conflitto Israeliano-Palestinese è l’esempio più notevole (rapporto ONU): le difficoltà per studenti e docenti, le violenze dei coloni, Il ruolo dei volontari internazionali.

Buongiorno Palestina 13

  • Storia della Palestina: le guerre
  • La situazione prima della 1° Guerra mondiale
  • l’Inghilterra nei documenti segreti
  • Guerra di Suez (1956)
  • Guerra dei sei giorni (1967)
  • Prime risoluzioni ONU

Buongiorno Palestina 12

Storia della Palestina (seconda parte):
– Espansione di Israele
– Pulizia etnica
– Apartheid 

Buongiorno Palestina 11

Storia della Palestina: dall’epoca preromana ai primi anni del 1900.

Buongiorno Palestina 10

Impressioni sulla visita ai campi profughi con la delegazione del comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila” nel 37° anniversario del massacro di Sabra e Chatila.

Buongiorno Palestina 09

Intervista di Piero e Claudio a Cecilia Dalla Negra autrice del libro:
Si chiamava Palestina – Storia di un popolo dalla Nakba a oggi.

Il 1948 è l’anno della Nakba, che vede l’espulsione di migliaia di persone dalla Palestina e la distruzione di centinaia di villaggi ad opera del nascente Stato di Israele. A distanza di settant’anni,
Cecilia Dalla Negra ripercorre le principali tappe del processo di colonizzazione israeliano, fino a giungere agli eventi attuali segnati dalla “Grande Marcia del Ritorno”, luogo simbolico in cui la storia della Nakba e la sua attualità si incontrano.

Buongiorno Palestina 08

In questa puntata Armando, ci parla dei viaggi che l’associazione Amicizia Italo-Palestinese organizza ogni anno. Sono viaggi di conoscenza per entrare fisicamente nella realtà della vita dei palestinesi: siano i campi profughi, sia l’occupazione dei coloni israeliani, siano le separazioni che la costruzione del muro ha provocato nella società palestinese.

Oggi, 11 settembre si ricorda anche l’11 settembre del 1973, data in cui avvenne il golpe di Pinochet che destituì e uccise Salvator Allende a Santiago del Cile e di come l’attentato alle “torri gemelle” di un altro 11 settembre, quello del 2011, abbia influenzato negativamente i media nel giudizio sui palestinesi.

Buongiorno Palestina 07

In questa puntata, dalla stampa:
-Lista nera su violenze ai minori
-Vicenda Tlaib Omar
-Stato unico o due stati
-Intimidazioni ai palestinesi su voto.

Buongiorno Palestina 06

Economia Palestinese, concorrenza sleale politiche monetarie, import- export.

Buongiorno Palestina 05

Politica israeliana di espropriazione della terra di Palestina

Buongiorno Palestina 04

Prigionieri politici, Villaggio di Nabi Saleh, Ahed, minori, Detenzione Amministrativa

Buongiorno Palestina 03

La situazione in Palestina e Israele.
BDS (Boicottaggio-Disinvestimento-Sanzioni), forma di lotta e di resistenza non violenta. Le aziende ed i soggetti nei cui confronti è rivolta l’azione BDS.

 Buongiorno Palestina 02

Testimonianza di Abed, palestinese che da anni vive e lavora fuori dalla Palestina e che ha vissuto da bambino la guerra del 1967. Come vivono i palestinesi nella Palestina occupata, gli obblighi, le difficoltà imposte da Israele, le angherie e i soprusi dell’esercito di occupazione. Attraverso l’esperienza personale di Abed le restrizioni imposte ai palestinesi che vivono all’estero, se non vogliono perdere la possibilità di tornare nel loro paese. Per molti il ritorno è precluso, per altri è pressoché impossibile muoversi al fuori dei limiti territoriali imposti.

Buongiorno Palestina 01

Quello che sulla Palestina non vogliono che si sappia. Dati, interviste, rassegne stampa, recensioni, eventi, storia. Fonti informative palestinesi, israeliane, internazionali e soprattutto notizie da chi è sul luogo o ne proviene.

Buongiorno Palestina 00

Prima trasmissione da oggi e ogni mercoledì dalle 19 alle 19.30 su quel che non si deve sapere sulla Palestina, per la rete di complicità, pressioni e interessi che consentono allo stato di Israele di asservire le principali testate. Temi trattati: Report sugli attacchi delle forze militari israeliane contro i manifestanti palestinesi durante la “Grande Marcia del Ritorno” dal 30 marzo 2018 al 14 maggio 2019 pubblicato dal Ministero della Salute palestinese nella striscia di Gaza. Rassegna stampa dei principali quotidiani italiani tratti da un articolo di Patrizia Cecconi su gli ultimi avvenimenti di Gaza. Accademici che si oppongono all’università di Ariel (SeSamo: Società per gli Studi del Medio Oriente). Lettera di SCP (Società Civile per la Palestina) a sostegno degli accademici di SeSamo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Fai una donazione

Fai una donazione tramite Paypal alla nostra associazione:

Fai una donazione ad Asso Pace Palestina

Oppure versate il vostro contributo ad
AssoPace Palestina
Banca BPER Banca S.p.A
IBAN IT 93M0538774610000035162686

il 5X1000 ad Assopace Palestina

Il prossimo viaggio