Firmate per la liberazione di Ahed Tamimi

Cari,

Un mese fa i soldati sono entrati nella nostra casa nel cuore della notte per arrestare mia figlia 16enne. Oggi è ancora rinchiusa in una cella al gelo.

Ho dedicato la mia vita alla resistenza civile. È per questo che ora l’esercito trattiene mia figlia: vogliono toglierci la speranza. Ma da 8 anni sono anche membro di Avaaz, e ho visto la forza e i risultati che può raggiungere la nostra comunità quando è unita contro l’ingiustizia.

Il caso della mia bambina va in aula tra pochi giorni, il 31 gennaio — ma nel 99% dei casi quando l’imputato è palestinese, anche se si tratta di ragazzi, i tribunali militari israeliani arrivano a una condanna. Vi prego di unirvi al mio appello qui sotto —  lo faremo arrivare direttamente ai leader di tutto il mondo:

Aiutatemi a liberare mia figlia Ahed.

Quando l’ho vista in tribunale era pallida e tremava, era in manette e sofferente. Avrei voluto piangere ma non potevo, dovevo essere forte per lei.

Poi il giudice ha negato il rilascio su cauzione e ora Ahed rischia di restare in prigione per mesi o anni prima ancora di arrivare a un processo. Non c’è ragione che giustifichi tutto questo! L’hanno portata via per aver schiaffeggiato un ufficiale armato fino ai denti, dopo che i soldati avevano sparato a suo cugino più piccolo fratturandogli il cranio. Ma invece di fare qualcosa per chi ha sparato a un bambino, se la prendono con mia figlia e ora la stanno accusando anche di altri 12 crimini.

Dal 2000 ad oggi sono stati arrestati oltre 12mila bambini e ragazzi palestinesi! A prescindere dalla posizione di ognuno di noi su questo conflitto, nessun bambino dovrebbe finire in un carcere militare senza almeno un giusto processo, rischiando abusi di ogni tipo!

Sto contattando personalmente ambasciatori e consoli, ma la mia voce da sola non basta. Per questo vi chiedo di unirvi a me. Sappiamo che il tribunale militare non vuole attirare l’attenzione internazionale e che i politici israeliani vogliono evitare che la storia dei minori in carcere diventi uno scandalo pubblico. Firma ora — abbiamo pochi giorni:

Aiutatemi a liberare mia figlia Ahed

La forza e la passione di questo movimento per la libertà, la giustizia e la creazione di un mondo migliore per i nostri figli mi hanno sempre ispirato. Per questo vi scrivo, perché so che se c’è qualcuno o qualcosa che può liberare Ahed e gli altri bambini incarcerati, è Avaaz.

Con speranza e determinazione,
Bassem Al-Tamimi con il team di Avaaz

FIRMATE L’APPELLO QUI

PS: Il team di Avaaz ha preparato una scheda informativa (https://avaazpress.s3.amazona ws.com/Child+Detention+Fact+Sh eet_IT.pdf) con un approfondimento sul trattamento dei minori palestinesi da parte dell’esercito israeliano. (In inglese, una traduzione in italiano sarà disponibile al più presto allo stesso link)

Maggiori informazioni:

Incriminata Ahed, giovane palestinese (ANSA)
http://www.ansa.it/sito/notizi e/mondo/mediooriente/2018/01/0 1/incriminata-ahed-giovane-pal estinese_441e04e3-97d1-420b-91 87-cb6045666e45.html

Parla il padre di Ahed, la giovane in carcere per la Palestina (Euronews)
http://it.euronews.com/2018/01 /02/parla-il-padre-di-ahed-la- giovane-in-carcere-per-la-pale stina

Ahed Tamimi e il fallimento della soluzione a due stati (Internazionale)
https://www.internazionale.it/ opinione/bernard-guetta/2018/0 1/18/ahed-tamimi-palestina

Gerusalemme, prolungato il carcere per Ahed Tamimi, l’adolescente che ha schiaffeggiato un soldato (Repubblica)
http://www.repubblica.it/solid arieta/diritti-umani/2018/01/1 6/news/gerusalemme_prolungato_ il_carcere_per_ahed_tamimi_l_a dolescente_che_ha_schiaffeggia to_un_soldato-186597947/

«Ahed, vittima dell’occupazione» (e l’eroismo dei due soldati che non reagirono ai suoi schiaffi) (Corriere della Sera)
http://www.corriere.it/video-a rticoli/2017/12/19/ahed-vittim a-dell-occupazione-l-eroismo-d ue-soldati-che-non-reagirono-s uoi-schiaffi/0a84e8ea-e4e8-11e 7-99b2-e4b972c90c1d.shtml

 

No comments yet.

Lascia un commento