Il primo ministro palestinese esorta il Quartetto a far pressioni su Israele affinché desista dai suoi piani di annessione.

da | Apr 22, 2020 | Notizie

WAFA agency, 22 aprile 2020

RAMALLAH – Il Premier palestinese Mohammad Shtayyeh ha esortato oggi il Quartetto per il Medio Oriente [ONU, USA, UE, Russia] a esercitare pressioni su Israele affinché desista dai suoi piani per annettere altre porzioni dei territori palestinesi occupati.

Parlando durante un incontro in videoconferenza con il rappresentante dell’Unione Europea Sven Kühn von Burgsdorff, Shtayyeh ha esortato il Quartetto a far pressioni su Israele affinché abbandoni il suo progetto di imporre la sovranità israeliana (in altre parole, di annettere) la Valle del Giordano e gli insediamenti coloniali illegali della Cisgiordania occupata.

Ha avvertito che una tale azione, oltre ad altre misure che Israele intraprenderebbe nel contesto del piano per il Medio Oriente promosso dagli Stati Uniti –il cosiddetto accordo del secolo– distruggerebbe la soluzione a due stati e vanificherebbe ogni prospettiva di uno Stato palestinese indipendente e sostenibile.

Ha sottolineato la necessità di convocare una conferenza di pace internazionale allo scopo di trovare una soluzione equa e globale alla questione palestinese.

Shtayyeh ha sottolineato gli sforzi palestinesi per combattere il nuovo focolaio di coronavirus e per superare tutte le sfide sanitarie ed economiche messe in luce dalla crisi COVID-19.

“Israele, la potenza occupante, deve assumersi le sue responsabilità verso i Palestinesi di Gerusalemme. Se non vuole farlo, deve permetterci di operare per aiutare la nostra popolazione palestinese a Gerusalemme, sia che risiedano all’interno dei confini della città imposti da Israele o al di fuori di essi,” ha detto.

Ha esortato l’UE a continuare a stare fianco del popolo e del governo palestinesi in questa difficile congiuntura, sostenendo il settore privato, in particolare le piccole e medie imprese colpite dalla crisi economica indotta dall’epidemia di COVID-19, per realizzare la ripresa economica dopo la crisi.

Il rappresentante dell’UE ha assicurato a Shtayyeh che l’UE, da sempre partner affidabile del popolo palestinese, farà di tutto per aiutare gli sforzi dell’Autorità Palestinese in questo periodo critico.

http://english.wafa.ps/page.aspx?id=oWMKoLa116836246527aoWMKoL

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

il 5X100 ad Assopace Palestina

Archivi