Risposta del Presidente della Regione Toscana ad alcuni partecipanti del viaggio in Palestina

Cari Brunetti e Torricini,                                                                                                             vi ringrazio di aver inviato anche a me la lettera che avete indirizzato al ministro degli esteri Terzi, al ritorno dal vostro viaggio in Palestina. Conosco, per aver visitato anch’io la Palestina, le sofferenze e le umiliazioni del popolo palestinese e al tempo stesso la sua dignità e la sua forza nell’affermare il dirittad uno Stato.                                                                                                                           La Regione Toscana è stata presente il 5 maggio alla celebrazione della fine dell’assedio della basilica della natività a Betlemme e abbiamo avuto contatti con alcuni dei dirigenti più autorevoli dell’Autorità Nazionale Palestinese.

Sul piano politico appare decisivo lavorare per la riconciliazione tra i palestinesi. Senza la loro unità, l’attuale governo israeliano potrà continuare una dissennata politica di umiliazione, che prepara scelte ancora peggiori. Nell’assenza della politica il rischio che le armi riprendano a sparare è altissimo. La tragedia di Gaza è lì a ricordarcelo.

La Regione Toscana non ha dimenticato né dimentica la Palestina. Anzi dovremo rafforzare il nostro intervento politico e di cooperazione in tutto il Medio Oriente. Conosciamo i nostri limiti ma non ci sottraiamo alle nostre responsabilità.

Spero di avere quanto prima l’occasione di parlare di tutto questo con il Ministro Terzi.

 Cordialmente,

 Enrico Rossi

Lettera inviata dai partecipanti al Viaggio Assopace in Palestina del mese di Aprile 2012 al Ministro degli Esteri Italiano, ai Sindaci dei Comuni dei firmatari

 

No comments yet.

Lascia un commento