Diventa socio/a

Chi siamo

AssoPacePalestina è un associazione leggera, agile ed inclusiva, che intende rispettare e valorizzare le differenze.

Conta sull’impegno di centinaia di attivisti e attiviste che in modo volontario contribuiscono, secondo le loro possibilità alla realizzazione degli obiettivi e della visione di giustizia, pace, non violenza dell’associazione.

COME DIVENTARE SOCIO

Puoi contattare i referenti dei gruppi locali

o associarti direttamente online.





COSA CI UNISCE

    • Il bisogno di umanità, giustizia e la nonviolenza attiva
    • La necessità di impegno, conoscenza e diffusione in Italia e  nei media su quanto  accade tra Israele e Palestina
    • L’adesione al rispetto della legalità internazionale e dei diritti umani in Israele e Palestina
    • L’intenzione di essere costruttori di pace e giustizia  capaci di costruire ponti tra le diverse istanze, riconoscendo l’asimmetria tra un popolo occupato e occupante
    • Il sostegno ai Comitati Popolari per la lotta nonviolenta e alle altre organizzazioni che hanno scelto la nonviolenza come forma di lotta contro l’occupazione militare israeliana
    • La promozione di una informazione veritiera su quanto accade nei territori palestinesi occupati
    • La volontà di fare lobby presso istituzioni per la fine dell’occupazione militare israeliana
    • La consapevolezza di dover conoscere, approfondire e riflettere, per poter diffondere in maniera efficace, i temi della causa della  libertà, dignità, giustizia pace.

COSA FACCIAMO

  • Organizziamo speaking tour in Italia di rappresentanti dei Comitati Popolari dei diversi villaggi o città (Nabi Saleh, Al Masara, Bili’in, Hebron, AlMufaqqarah, AtTuwani).
  • Organizziamo  incontri  pubblici con esponenti politici e culturali palestinesi o che si occupano di Palestina, dando valore alle voci e alla forze che vogliono agire insieme, come quegli israeliani che in vari movimenti sono contro l’occupazione militare.
  • Contribuiamo a rompere lo stereotipo del popolo palestinese, vittima o terrorista, facendo conoscere in Italia la cultura palestinese, tradizionale e contemporanea (Youth Palestinian Orchestra, Riwaq e Associazione per la difesa del patrimonio culturale di Hebron, il Freedom Theatre, cinema, pittura), facendo nostro quello che diceva Juliano Meir Khamis, la nostra Intifadah, la nostra libertà è la cultura.
  • Stimoliamo il dialogo, siamo contrari alle sette, ai linguaggi codificati e all’ esclusione. Ci coordiniamo  con altre associazioni e movimenti  senza perdere la nostra identità.
  • Organizziamo viaggi di conoscenza e solidarietà in Israele e Palestina per far vedere con i propri occhi, a quante più persone possibile, la realtà dell’occupazione.
  • Partecipiamo all’organizzazione di campi di lavoro estivi e missioni civili di pace come la protezione dei contadini durante il periodo del raccolto delle olive.
  • Ci incontriamo periodicamente per per fare in modo che le esperienze vissute, diventino memoria fertile per dare continuità alle attività.

PROGETTI E CAMPAGNE

  • Campagna contro l’evacuazione della Valle del Giordano e della Firing zone a sud delle colline di Hebron
  • Campagna per la riapertura di Shuahada street di Hebron
  • Campagna per la libertà dei prigionieri politici
  • Campagna per il sostegno alla cultura e all’arte palestinesi
  • Progetto di sostegno economico al Freedom Theatre di Jenin, cui garantiamo l’affitto del capannone per le prove
  • Progetto per garantire lo studio a giovani e meritevoli palestinesi, come Raja, studentessa in medicina
  • Progetto del Coordinamento dei Comitati Popolari per la partecipazione alla raccolta delle Olive
  • Campagna Bds in modo particolare per la sospensione degli accordi di associazione Israele -Ue e applicazione linee guide dell’Ue sul non avere relazioni e cooperazioni con chi opera nei territori occupati palestinesi
No comments yet.

Lascia un commento