Gli USA sono soli sul Piano di annessione di Israele mentre la Cina sostiene i Palestinesi

da | Lug 29, 2020 | Notizie

di David Brennan

Newsweek, 21 luglio 2020.

La Cina ha fatto eco al resto del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite esprimendo sostegno ai Palestinesi e tacita condanna al piano di Israele di annettere un’ampia porzione della Cisgiordania, seguendo il piano di pace in Medio Oriente del presidente Donald Trump.

Secondo l’agenzia di stampa cinese Xinhua, il presidente Xi Jinping ha parlato lunedì con il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas, esprimendo il costante sostegno di Pechino alle richieste del popolo palestinese mentre il mondo attende che Israele inizi l’annessione.

Il governo di coalizione israeliano –guidato dal Primo Ministro Benjamin Netanyahu fino al 2021, dopo di che il potere passerà al rivale ed ex generale delle Forze armate israeliane Benny Gantz– ha dichiarato che intende annettere le colonie israeliane della Cisgiordania palestinese.

Le colonie sono ampiamente considerate illegali secondo il diritto internazionale, anche dalle Nazioni Unite, nonostante che alcuni in Israele e negli Stati Uniti, incluso il Segretario di Stato Mike Pompeo, contestino questa posizione.

Le colonie sono cresciute nel corso degli anni sino a diventare la casa di circa 427.000 persone, come mostrato nell’infografica Statista sottostante. Netanyahu intende estendere la sovranità israeliana alle colonie e anche a parti della Valle del Giordano, che comprendono il 30% circa di tutto il territorio della Cisgiordania. 

Descrizione: Macintosh HD:Users:donatocioli:Desktop:Grafico IT.psd
L’infografica Statista mostra la crescita di anno in anno del numero di Israeliani che vivono nelle colonie in Cisgiordania. Statista

Il piano ha il sostegno degli Stati Uniti nell’ambito dell’accordo di pace di Trump, piano che è stato ampiamente stroncato dalla comunità internazionale e dai leader palestinesi poiché progetto pro-Israele inteso a proseguire l’occupazione ostile.

Se il piano e l’annessione andranno avanti, lasceranno uno Stato palestinese smilitarizzato e non contiguo, diviso da terra israeliana, posti di blocco e aree strategiche occupate dai militari.

Netanyahu voleva iniziare il processo il 1° luglio, ma è stato ostacolato da una seconda ondata di COVID-19 e dall’insistenza di Gantz a che la pandemia fosse affrontata prima dell’inizio dell’annessione. Anche i colloqui con i funzionari statunitensi sono continuati poiché, secondo quanto riferito, si vuole che Netanyahu e Gantz si accordino su un calendario prima dell’appoggio finale americano.

https://www.newsweek.com/us-stands-alone-israel-annexation-plan-china-backs-palestinians-1519302

Traduzione di Elisabetta Valento – Assopace Palestina

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

il 5X100 ad Assopace Palestina

Archivi