Arrestato l’attivista palestinese Salah Khawaja.

Nov 3, 2016 | Info dal mondo

Campagna Stop the Wall,

26 ottobre 2016.

Alle 2 della notte scorsa, pattuglie dell’esercito israeliano sono entrate nella città vecchia di Ramallah e hanno fatto irruzione nell’abitazione di Salah Khawaja, 46 anni. La sua casa è stata perquisita, il suo telefono e i suoi computer sono stati esaminati e poi distrutti, e la stessa sorte è toccata ai mobili. Salah è stato quindi arrestato e portato via con le jeep dell’esercito. La presenza di molti soldati all’interno di un quartiere densamente popolato ha creato una sensazione di minaccia e di insicurezza che è sfociata in scontri per le strade della zona.

salah-arrested

La notte scorsa, alle 2, l’esercito israeliano è entrato nella città vecchia di Ramallah ed ha fatto una incursione nella casa di Salah Khawaja. Ramallah si trova nella zona A in cui, secondo gli accordi di Oslo, l’esercito di Israele non dovrebbe avere alcuna autorità legale. Tutti i componenti della famiglia –Salah, la moglie e la figlia– stavano dormendo quando sono stati svegliati all’improvviso da più di venti soldati israeliani che avevano fatto irruzione nell’appartamento. La casa è stata invasa e messa sottosopra e i soldati hanno distrutto tutto quello che potevano. Hanno rotto lo schermo di un computer e ne hanno confiscato un altro. A Salah è stato anche illegalmente ordinato di sbloccare il suo telefono, cosa che lui si è rifiutato di fare. Alla fine Salah è stato portato via dai militari dell’esercito israeliano.

Salah Khawaja è un attivista palestinese di base di lunga data ed è un leader politico. Fa parte del comitato di coordinamento della Campagna Stop the Wall, è un esponente autorevole della Palestinian National Initiative (al Mubadara), ed è membro del segretariato del movimento BDS. Salah sta attualmente completando il suo master sui metodi e i risultati della lotta non-violenta. Non è chiaro cosa i soldati stessero cercando e non si sa nulla sui motivi del suo arresto. Il suo avvocato ha poi potuto sapere che è attualmente trattenuto nel centro militare di detenzione di Ofar.

salah-552x330

L’arresto di Salah Khawaja ha provocato anche pesanti scontri per le strade di Ramallah. La presenza sul posto di un gran numero di soldati ha irritato la gente del quartiere e la tensione è aumentata ancora di più dopo l’arresto di Salah. Tra la polizia e i giovani sono scoppiati scontri che sono durati fino alle prime ore del mattino. Le forze di occupazione israeliane hanno riempito tutta la zona di gas lacrimogeni e, come sempre, l’uso indiscriminato dei gas ha colpito famiglie indifese: una di queste è stata centrata dai gas ed è ora all’ospedale in gravi condizioni. L’ultima invasione dell’esercito israeliano all’interno di Ramallah risale a 2 mesi fa, quando cercarono di entrare dentro il campo rifugiati di al Amari provocando pesanti scontri.

Non ci sono al momento indicazioni sui motivi dell’arresto di Salah Khawaja, ma sembra ragionevole supporre che questa ulteriore aggressione faccia parte del più ampio tentativo israeliano di mettere a tacere con la repressione quei difensori dei diritti umani che lavorano contro l’occupazione israeliana, contro l’apartheid e contro il colonialismo. Vi aggiorneremo appena possibile sul sito http://www.stopthewall.org/ e sui social media.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

Archivi

il 5X1000 ad Assopace Palestina

Il prossimo viaggio