Israele e Italia concludono un accordo sugli armamenti

Set 23, 2020 | Notizie

Gerusalemme acquista elicotteri da addestramento, Roma acquista missili Spike e simulatori di tiro.

di ANNA AHRONHEIM   

Jerusalem Post, 23 settembre 2020

L’elicottero AW119Kx, esemplare illustrativo (WIKIMEDIA COMMONS / DAVEANDY1)

Israele e Italia hanno concluso un accordo di acquisto reciproco che vedrà il Ministero della Difesa israeliano acquistare cinque elicotteri da addestramento avanzato e gli Italiani acquistare in cambio i missili Spike della Rafael e i simulatori di tiro della Elbit Systems.

L’accordo è stato firmato martedì dal direttore generale del ministero della Difesa israeliano, General Maggiore (della Riserva) Amir Eshel, e dal suo omologo italiano, il direttore nazionale degli armamenti Nicolò Falsaperna, in una cerimonia di firma che si è svolta simultaneamente nelle sedi della difesa di ciascun paese, una a Tel Aviv e l’altra a Roma, trasmesse tramite videoconferenze di sicurezza.

“L’accordo firmato ieri è un’altra espressione delle strette relazioni economiche e di difesa tra Israele e Italia”, ha detto Eshel. “Consente all’esercito israeliano (IDF) di completare la sostituzione del vecchio velivolo da addestramento delle nostre forze aeree (IAF). Inoltre, l’accordo di approvvigionamento reciproco, che include l’acquisto italiano [di sistemi d’arma] dalle industrie israeliane per la difesa, influisce positivamente sulle esportazioni e sull’economia di Israele”.

Il team del ministero della Difesa che ha partecipato alla cerimonia comprendeva il capo della produzione e degli acquisti Avi Dadon, il capo della direzione della cooperazione per la difesa internazionale (SIBAT) Generale di Brigata (Ris.) Yair Kulas, il capo del dipartimento delle finanze Victor Weiss e altri alti funzionari.

L’accordo completa lo scambio tra Israele e Italia iniziato a febbraio 2019, che prevede acquisti da parte di entrambi i Paesi.

Il ministro della Difesa Benny Gantz ha accolto con favore il completamento dell’accordo, affermando che esso “riflette la nostra stretta e importante collaborazione con il Ministero della Difesa italiano nel corso degli anni. Il completamento di questo accordo è essenziale per l’addestramento dei piloti di elicottero delle forze aeree (IAF) e per lo sviluppo dell’economia israeliana. Riflette anche la grande importanza delle industrie della difesa sia per la sicurezza di Israele che per la sua economia “.

Il ministero della Difesa acquisterà un “pacchetto di addestramento” dall’industria della difesa italiana Leonardo, che consiste in 12 elicotteri da addestramento AW119KX e due simulatori per l’Air Force Flight School.

I primi sette elicotteri sono stati acquistati un anno fa e altri cinque sono stati concordati oggi. Il nuovo velivolo sostituirà gradualmente gli elicotteri “Sayfan” (Bell 206), in servizio dagli anni ’70.

Il Ministero della Difesa italiano acquisterà missili e lanciatori Spike dalla Rafael e simulatori avanzati per una serie di modelli di elicotteri dell’esercito italiano, in una partnership tra Leonardo ed Elbit Systems.

L’accordo è la continuazione di un altro contratto firmato tra i due paesi nel 2011, che ha visto Israele acquistare 30 velivoli da addestramento in cambio dell’acquisto di un satellite di osservazione e due sistemi di allarme preventivo aereo.

https://www.jpost.com/breaking-news/israel-and-italy-finalize-arms-deal-643238

Traduzione di Donato Cioli – AssopacePalestina

2 Commenti

  1. Marta Pizzini

    È un accordo che in teoria questo governo potrebbe sciogliere, disattendere o dove si ritrova a non poter retrocedere?

    Rispondi
  2. Silva

    Che senso ha RINNEGARE LA GUERRA [come da Costituzione] se poi si fornisce materiale da guerra ad uno degli Stati più feroci al Mondo?

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

Archivi

il 5X100 ad Assopace Palestina

Il prossimo viaggio

Rapporti OCHA