Appello urgente di soccorso per i Palestinesi della Valle del Giordano

da | Feb 18, 2020 | Notizie

Jordan Valley Solidarity, 13  febbraio 2020.

Cari amici,

Abbiamo resistito duramente contro gli innumerevoli attacchi alle nostre comunità da parte delle forze di occupazione israeliane per molti, molti anni ormai. Quando demoliscono le case, le ricostruiamo. Quando ci negano l’accesso all’acqua e all’elettricità, troviamo un modo per sopravvivere anche senza questi beni. Quando molestano i nostri figli e le nostre comunità, ci stringiamo l’uno all’altro. Quando confiscano la nostra terra, resistiamo.

Ma ora dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi e abbiamo bisogno che tutti i nostri amici a livello internazionale siano al nostro fianco.

Facciamo appello a chiunque nel mondo ci abbia fatto visita nella Valle del Giordano, ci abbia incontrato quando siamo stati in Europa e abbia seguito ciò che sta accadendo nella nostra campagna, perché capisca l’urgenza della nostra situazione attuale e intraprenda almeno un’azione.

Israele non ha mai nascosto i suoi piani di annessione per la Valle del Giordano, fin da quando nel 1967 ha occupato illegalmente la Cisgiordania con la forza militare. Hanno gradualmente preso la terra più fertile, ampliato gli insediamenti e emarginato le comunità palestinesi.

Ma ora gli sforzi per rimuoverci completamente dalla nostra terra storica sono aumentati. Il piano di Trump, annunciato a gennaio, dà l’approvazione degli Stati Uniti al progetto israeliano di annettere la Valle del Giordano.

Nel settembre 2019, Netanyahu ha annunciato che avrebbe annesso la Valle del Giordano subito dopo le elezioni del 2 marzo 2020. Quindi, il 14 gennaio, Naftali Bennett ha annunciato sette nuove “riserve naturali” e l’espansione di altre 12. Non ha nascosto la chiara intenzione di usare questa mossa per rubare la terra palestinese e consegnarla agli insediamenti israeliani. Il piano prevede la confisca di vaste aree di terra palestinese in tutta la Valle del Giordano. Infine, all’alba dell’annuncio del piano Trump, l’esercito israeliano si è insediato in piena forza nella valle del Giordano.

Stai dalla nostra parte e agisci subito!

Potresti:

  • Scrivere al tuo parlamentare eletto o al tuo governo. Chiedere loro di esercitare pressioni sul governo israeliano affinché interrompa l’annessione della Valle del Giordano e chieder loro di far pressioni sull’ambasciata degli Stati Uniti affinché termini il suo sostegno ai piani di annessione;
  • Venire in Palestina e fare volontariato con la Jordan Valley Solidarity;
  • Fare una donazione: avremo molte cose da fare e abbiamo bisogno di risorse per pagare le spese elementari come trasporto, telefono e internet;
  • Organizzare un evento informativo nella tua città;
  • Intraprendere azioni mirate verso una delle società complici dell’occupazione israeliana, della colonizzazione e degli attacchi nella Valle del Giordano. Ad esempio JCB, Caterpillar, Volvo e Hyundai (le società che producono i bulldozer utilizzati nella demolizione delle case), o Mehadrin, Hadiklaim, Galilee, Arava e Mor (società di esportazione agricola che stanno approfittando del furto di terre palestinesi).

Jordan Valley Solidarity

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

il 5X100 ad Assopace Palestina

Archivi