4 domande su Palestina e Israele a candidati/e alle Elezioni Europee.

Gentile candidato/a al Parlamento Europeo,

Il Coordinamento Europeo dei Comitati ed Associazioni per la Palestina (ECCP: https://www.eccpalestine.org/ ), di cui alcune delle associazioni firmatarie fanno parte, ha predisposto quattro quesiti da sottoporre ai/lle candidati/e al Parlamento Europeo dei vari Paesi d’Europa.
Riguardano la Sua posizione sui rapporti che l’Europa dovrà tenere nei confronti di Israele, che finora ha goduto di un rapporto privilegiato con l’UE, nonostante il mancato rispetto di numerose risoluzioni ONU e nonostante il regime, definito di apartheid anche da personalità israeliane, che il suo Governo sta attuando nei confronti della popolazione palestinese, all’interno del territorio israeliano e nei territori di Cisgiordania, Gerusalemme Est e Striscia di Gaza. In questi territori le forze israeliane hanno adottato e continuano ad adottare una repressione violenta che anche un recente rapporto di una commissione indipendente d’inchiesta dell’ONU ha definito contrari al diritto internazionale e alle basilari norme di rispetto dei diritti umani
(https://www.ohchr.org/EN/HRBodies/HRC/Pages/NewsDetail.aspx?
NewsID=24348&LangID=E ).
Per Sua opportuna conoscenza, inviamo questo filmato riportante le dichiarazioni di alcuni europarlamentari uscenti sulla Marcia per il ritorno a Gaza https://youtu.be/WBtcqKVEldw e una breve animazione relativa alla questione dei fondi europei destinati alla ricerca, anche militare, di Israele, che potrà contribuire a rafforzare occupazione e oppressione https://youtu.be/4el-iEXI2pE (entrambi scaricabili anche dalla homepage di ECCP).

ALLA LUCE DI QUESTE CONSIDERAZIONI, PER OPPORTUNA INFORMAZIONE DEI CITTADINI, LA SOLLECITIAMO A RISPONDERE A QUESTE DOMANDE:
In qualità di deputato/a eletto/a al Parlamento europeo:
1. Difenderà il diritto dei cittadini europei alla libertà di parola, compreso il diritto di impegnarsi nella campagna nonviolenta di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) e di agire contro ogni tentativo di criminalizzare la solidarietà con la Palestina?
2. Si opporrà a qualsiasi rafforzamento degli accordi europei con Israele e chiederà la sospensione dell’accordo di associazione UE-Israele fino a quando Israele non rispetterà la sua clausola sui diritti umani?
3. Intende sostenere l’esclusione dai programmi di ricerca UE e dai contratti con l’UE dei produttori di armi e di altre imprese militari israeliane?
4. Appoggerà la richiesta di vietare l’importazione e la vendita di beni, servizi e risorse naturali dagli insediamenti illegali israeliani in Palestina?
La invitiamo ad inviare le Sue risposte, entro e non oltre il 21 maggio, sia a noi (associazioneculturaeliberta@gmail.com) che al Coordinamento europeo all’indirizzo eccp.brussels@gmail.com 

Firmato:

Cultura è Libertà (https://palestinaculturaliberta.wordpress.com ) AssopacePalestina (http://www.assopacepalestina.org/ ), Associazione Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese (http://www.amicimezzalunarossapalestinese.org/ ), Rete Romana di solidarietà con il popolo palestinese (https://www.facebook.com/Rete-Romana-di-Solidariet%C3%A0-con-il-Popolo-Palestinese-159944954046287/ ), Associazione Oltre il Mare (http://associazioneoltreilmare.com ), NewWeapons Research Group (NWRG) onlus (http://onlus.newweapons.org ; http://www.newweapons.org ), Parallelo Palestina (https://sites.google.com/site/parallelopalestina/home )

Visualizza anteprima video YouTube Members of the European Parliament in solidarity with the Great Return March

https://www.youtube.com/watch?v=WBtcqKVEldw&authuser=0

Members of the European Parliament in solidarity with the Great Return March Visualizza anteprima video YouTube No EU Money to the Israeli Arms Industry

, ,

No comments yet.

Lascia un commento