Ancora una demolizione, avvenuta lunedì 19 novembre 2018 nel villaggio di Bardala, Valle del Giordano.

Nov 25, 2018 | Notizie

Soldati israeliani hanno invaso, nel primo pomeriggio di lunedì, il villaggio di Bardala, situato a nord-est della Valle del Giordano, e hanno demolito la casa, appena terminata, appartenente alla famiglia di Kholed Rshedes.

Solo una piccola parte del villaggio di Bardala, circa 3 km quadrati al centro del villaggio stesso, è localizzata in Area B, mentre il resto del villaggio e del suo territorio, agricolo e non,è situato in Area C (sotto il totale controllo civile e militare di sicurezza israeliano).

La popolazione di Bardala negli ultimi 3 anni ha sofferto molto sia per la demolizione delle case che per i tagli alla fornitura di acqua. Gli edifici della famiglia di Kholed Rshedes erano già stati demoliti un mese fa.

Il 18 ottobre l’esercito israeliano ha distrutto un ricovero per le pecore di 1000 mq e anche l’abitazione della famiglia di 18 mq. In seguito a questa prima demolizione il terreno sul quale era stata costruita la casa della famiglia di Kholed Rshedes è stato riconosciuto come una proprietà dell’autorità israeliana.

La famiglia ha terminato appena 10 giorni fa la costruzione di un nuovo ricovero per gli animali ma ha già ricevuto un ordine di demolizione anche per questa costruzione.

La famiglia di Kholed Rshedes è composta da 5 membri ed il suo reddito deriva esclusivamente dalla coltivazione della terra e dall’allevamento di animali, come è stato per generazioni. La famiglia ha deciso di costruire una tenda fatta di teli per viverci, situata all’interno del nuovo ricovero per gli animali, nonostante l’ordine di demolizione pendente su questa struttura, dato che non c’è un posto più sicuro in cui potrebbero vivere ed essere protetti dagli attacchi dell’esercito isreliano.

Traduzione di Rosanna Piuselli

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

Archivi

il 5X100 ad Assopace Palestina

Il prossimo viaggio

Rapporti OCHA