Andare a scuola ad Hebron, tra granate e lacrimogeni

Bambini costretti a fare lo slalom tra granate, lacrimogeni e proiettili di plastica per andare a scuola: il diritto all’infanzia, il diritto al gioco e all’istruzione sono negati ai piccoli palestinesi che vivono ad Hebron. Sono proprio i bambini, infatti, le prime vittime delle punizioni collettive dell’esercito di occupazione israeliano.
(Immagini del Gruppo Cristiano Costruttori di Pace-Palestina)

No comments yet.

Lascia un commento