Israele rinvia il ricorso per la restituzione dei corpi dei palestinesi uccisi

da | Apr 19, 2016 | Notizie


L’alta corte israeliana ha deciso di rinviare il ricorso presentato dall’avvocato di Addameer Mohammad Mahmoud per fissare una data per la restituzione alle famiglie dei corpi dei palestinesi che sono stati vittime di esecuzioni extragiudiziali. I giudici hanno affermato che l’udienza sarà rinviata fino al termine delle festività ebraiche e che il ritorno dei corpi sarà soggetto a misure di sicurezza estreme.

thumb

Tuttavia, l’accusa non ha fornito alla corte i dettagli delle misure di sicurezza prima menzionati. Le autorità di occupazione hanno restituito la maggior parte dei corpi dei palestinesi vittime di esecuzioni extragiudiziali negli ultimi mesi. Tuttavia, continuano a trattenere un certo numero di corpi, nonostante il fatto che alcune delle famiglie convengano alle condizioni seppur estreme, severe e arbitrarie. Addameer ritiene che la decisione di trattenere i corpi di 15 palestinesi che sono stati vittime di esecuzioni extragiudiziali da parte delle forze israeliane e della polizia per più di sei mesi, sia una pratica estremamente umiliante degradante per la dignità umana dei membri delle famiglie dei deceduti e sia contro le norme culturali e religiose della società palestinese. Addameer sottolinea che tale pratica costituisce una punizione collettiva che prende di mira le famiglie delle vittime e ha lo scopo di ostacolare qualsiasi tentativo di indagare sulle esecuzioni extragiudiziali. Le autorità di occupazione continuano a trattenere i corpi di 15 palestinesi che sono stati uccisi durante la recente rivolta che è iniziata all’inizio di ottobre 2015. I nomi dei palestinesi uccisi in esecuzioni extragiudiziali che sono ancora detenuti dalle autorità di occupazione sono: Thaer Abdul Salam Abu Ghazaleh (il cui corpo è stato trattenuto il periodo più lungo), Hasan Khalid Jibril Manasra, Mohammad Khalil Olayyan, Alaa Dauod Abu Jamal, Mutaz Oweisat, Mohhamd Ali Nimer, Abdul Mohsen Shaher Hassouneh, Mohmmad Abu Khalaf, Fadwa Abu Teir, Bashar Masalha, Fuad Abu Rajab, Abdul Rahman Raddad, Abdul Malek Abu Kharoub, Mohammad Kaloti, e Abdul Fatah Sharif.

 

 

Traduzione di Lete Griziotti da sito Addameer

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso ai lettori

Questo sito è attualmente interessato da un processo di aggiornamento e ristrutturazione, ma i contenuti rimangono quelli di sempre. Vi chiediamo di sopportare per alcuni giorni questi cambiamenti di forma, fino alla messa a punto della veste definitiva. Grazie!

il 5X100 ad Assopace Palestina

Archivi