Cinque detenuti palestinesi maltrattati dalle forze di sicurezza palestinesi

La corte dei magistrati dell’autorità palestinese ha esteso la detenzione di 5 giovani palestinesi per ultetiori interrogatori. Questa estensione si applica ai seguenti detenuti: Basil Al-Araj (33 anni), Mohammed Harb (23 anni), Haytham Siyaj (19 anni), Mohammed Al-Salamen (19 anni) e Ali Dar al Sheikh (22 annu ).
tmp_8848-12970880_1143245912418975_6093983075189282641_o-1929453402

Addameer e il procuratore dell’ associazione per i diritti umani hanno confermato che i detenuti sono stati sottoposti a diverse forme di maltrattamento incluso stare seduti in posizioni stressanti, privazione del sonno, continui interrogatori, percosse in ogni parte del corpo, insulti e divieto di utilizzare il bagno, cose che sono state raccontate all’ avvocato durante l’udienza. Dall’ arresto i cinque giovani ragazzi hanno avuto il divieto di ricevere visite dall’ avvocato nonostante a lui fosse stato dato il permesso precedentemente. Le forze di polizia palestinesi hanno arrestato tre di loro (Basil Al-Araj, Mohammed Harb e Haytham Siyaj) sabato notte vicino a Ramallah dopo che erano stati presi dall’ Unità di intelligence di Ramallah. Gli altri due giovani uomini sono stati arrestati una settimana prima.
Addameer considera le azioni delle forze di sicurezza palestinesi in contrasto con il patto internazionale sui diritti civili e politici ( ICCPR ) e della convenzione contro la tortura, dei quali l’ autorità palestinese è parte.
Questi trattati vietano l’ uso della tortura e dei maltrattamenti contro i detenuti e affermano il diritto degli individui per un giusto processo.
Addameer condanna l’ uso della tortura e dei maltrattamenti e ritiene che in nessun caso ciò possa essere una norma derogabile, per cui gli individui devono essere ritenuti responsabili.
Addameer sostiene che l’ autorità palestinese debba rispettare le convenzioni di cui è parte , soprattutto se si considera il deterioramento della situazione dei diritti umani in corso nel territorio occupato.

Traduzione di Lete Griziotti da sito Addameer

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento