Khalida Jarrar, membro del Consiglio Legislativo, accusata a 15 mesi di carcere

image
Il 6 dicembre 2015, la sentenza del membro del Consiglio legislativo palestinese è stata modificata da 12 accuse 2: vale a dire, appartenenza a un’organizzazione illegale e incitamento. La sua accusa è stata fissata a 15 mesi di carcere, con una multa di 10.000 NIS.

Il membro del Consiglio legislativo palestinese Khalida Jarrar è stata arrestata il 2 aprile 2015 e inizialmente posta sotto un ordine di detenzione amministrativa di 6 mesi, che è stato successivamente diminuito a un mese e due giorni. Le erano stati dati 12 capi di accusa con conseguente protesta internazionale al suo ordine di detenzione amministrativa.
Addameer sottolinea che le informazioni utilizzate contro la signora Jarrar risalgono al 2009, mentre lei è stata accusata nel 2015 e questo indica che l’arresto è un arresto politico. L’accusa è stata costruita anche su testimonianze di prigionieri liberati, la cui presenza alle testimonianze è stata ritardata dal fallimento dell’accusa. Questi ritardi oltre all’ estenuante processo di trasferimento dei detenuti dalle carceri alla corte militare conduce l’imputato a consentire facilmente al patteggiamento.
Addameer sottolinea inoltre che l’uso continuato di questi tribunali militari nei processi di civili palestinesi e leader palestinesi non sono in conformità con il diritto internazionale, in particolare sono in contrasto con gli articoli 64 e 66 della quarta convenzione di Ginevra (12 agosto 1949) e con l’articolo 43 dell’Hague Convention (1907).

Addameer chiede una posizione giuridica nazionale per il boicottaggio di questi tribunali militari che sono in contrasto con il diritto internazionale. Si chiede inoltre il rinvio dell’uso continuato di questi tribunali militari per i civili palestinesi e per i leader rappresentativi alla corte penale internazionale e alla corte internazionale di giustizia, in quanto questi processi giudiziari militari non riescono a fornire gli standard minimi per fornire garanzie di un processo come codificato dalla Quarta Convenzione di Ginevra, e queste violazioni contro i prigionieri e i detenuti costituiscono crimini di guerra .

 

 

 

Traduzione di Lete Griziotti da sito Addameer

, , ,

No comments yet.

Lascia un commento