Livia Parisi vince il Premio Nazionale della Nonviolenza per i suoi servizi sulla Palestina

Lo scorso 2 ottobre in Campidoglio, in occasione dell’anniversario della nascita di GANDHI, spazio alla nonviolenza e, aggiungiamo noi, anche alla creatività: la videomaker e giornalista Livia Parisi ha ricevuto un premio speciale per i filmati realizzati con AssoPacePalestina, sulla resistenza dei palestinesi e anche sul contributo che molti israeliani offrono contro la politica espansionista portata avanti da Israele nei Territori Occupati della Cisgiordania. “La nonviolenza va messa in pratica tutti i giorni – ha detto – e comincia dal rispetto dell’altro. Non riguarda solo la politica e le relazioni tra Stati, riguarda la vita di ognuno di noi e il nostro modo di relazionarci con chi ci circonda. Il disarmo è, in primo luogo, un disarmo interiore”.

IMG_5713

Presente alla premiazione anche Luisa Morgantini, già vicepresidente del Parlamento Europeo e presidente di Assopace Palestina. “Si può resistere all’occupazione – ha spiegato Morgantini – anche in modo non violento. Ad esempio attraverso l’arte, la cultura, l’istruzione. Tutto questo è già resistenza. Da anni ci sforziamo di sostenere attivamente i Comitati Popolari di Lotta Nonviolenta e di far conoscere anche in Italia la loro attività, in particolare a chi si affida agli stereotipi che vogliono mostrare i palestinesi solo come quelli che tirano le pietre o che organizzano attentati”.

No comments yet.

Lascia un commento