Facciamo partire Gaza’s Ark dal porto di Gaza!

20140429_081843

Charlie Andreasson, Ship to Gaza Norway, da otto mesi vive a Gaza la sua organizzazione fa parte della Freedom Flotilla Coalition. Charlie sta lavorando con i pescatori gazawi per preparare Gaza’s Ark la barca che a giorni doveva salpare dal porto di Gaza per l’Europa per cercare di rompere l’embargo, ma il 29 aprile la barca è stata sabotata. C’è bisogno di tutti noi per raccogliere i soldi per riparare la barca e far si che Gaza’s Ark parta a settembre carica di prodotti realizzati dagli uomini e dalle donne della Striscia di Gaza.

20140429_095817 (2)

Charlie scrive questo: (versione tradotta in italiano)

Vorrei iniziare spiegando i diversi movimenti a cui appartengono alla Freedom Flotilla Coalition

Sotto l’ombrello della Freedom Flotilla Coalition fanno parte Ship to Gaza Sweden, Ship to Gaza Norvegia, Ship to Gaza Greece, Freedom Flotilla Italia, Rumbo a Gaza (Spagna) e Gaza Ark (Canada). Insieme, o con il supporto gli uni dagli altri, abbiamo per molti anni cercato di rompere l’assedio navigando Gaza, ma siamo stati fermati in vari modi dai militari israeliani.

Questa volta abbiamo pensato, sotto la guida di Ark Gaza s ‘, di fare il contrario. Stiamo cercando di rompere l’assedio navigando da Gaza verso l’Europa . I vantaggi di questo è che Israele non può più usare l’argomento della sicurezza e quindi fermarci; gli israeliani ogni volta che ci hanno fermato hanno  sostenuto che potremmo avere armi a bordo. Ma la cosa più importante è che possiamo chiaramente individuare l’assurdità di di questo embargo. Oggi Gaza può esportare solo il tre per cento di ciò che produce, mentre prima dell’embargo, iniziato oltre sette anni fa, a Gaza era permesso di esportare. Questo, come tutti sappiamo, non ha nulla a che fare con la sicurezza dello Stato di Israele, ma il motivo è piuttosto un altro  e questo progetto lo dimostrerà chiaramente.

La barca è un ex peschereccio di 24 metri che è stata ricostruita completamente qui a Gaza . È quasi l’unico scafo e motore che è stato mantenuto.

 Martedì 29 Aprile 03:45 di notte la barca è stata sabotata, solo sette settimane prima della navigazione programmata .

20140429_084722 (2)

 Sono stati messi due esplosivi sotto l’acqua e la barca è affondata nel porto, ma con l’impegno da parte della polizia e dei subacquei, dei pescatori, dei vigili del fuoco e delle persone presenti, siamo riusciti a trainarla a terra, e ora la stiamo riparando- 

Ci vorrà tempo e i lavori di di riparazione sono costosi , ed è solo attraverso le donazioni in tutto il mondo, che possiamo fare qualcosa.

Ma non vogliamo abbandonare il progetto non e fintanto che l’inumano embargo, contrario diritto internazionale continua noi lo sfideremo. La nuova data per la partenza è nella prima metà di settembre.

 Charlie Andreasson – Ship to Gaza Norvegia

 Donazioni  

Le donazioni possono essere fatte attraverso questo sito: www.gazaark.org

 

Charlie scrive questo: (versione in inglese)

DSC00253

Let me start by explain how the different movements work.

Under the umbrella of the Freedom Flotilla Coalition you find Ship to Gaza Sweden, Ship to Gaza Norway, Ship to Gaza Greece, Freedom Flotilla Italy, Rumbo a Gaza (Spain) and Gaza Ark (Canada). Together, or with the support from each other, we have for several years tried to break the siege by sailing to Gaza, but has in various ways been stopped by the Israeli military. This time we, under the leadership of Gaza ‘s Ark, do the contrary. We are trying to break the siege by sailing from Gaza to Europe. The advantages of this is that Israel no longer can use the security argument to stop us; they have every time claimed that we might have weapons on board. But more important is that we can clearly pinpoint the absurdity of export blockade. Only three percent of what was exported, before the blockade began over seven years ago, from Gaza is allowed today to be exported. This, as we all know, has nothing to do with security for the state of Israel. The reason is quite another, and this project will demonstrate that clearly.
The boat is a former fishing boat of 24 meters which has been rebuilt completely. It is almost the only hull and engine that has been retained.

DSC00251

Tuesday, April 29 03:45 AM the boat was sabotage, only seven weeks before the scheduled sailing.

Two explosives below the water sank the boat into the shallow harbor, but with massive help from the police and divers, fishermen, firefighters and the public, we managed to tow her up on the land, and now we will begin to repair her.

It will take time and be costly, and it is only through donations worldwide as it can be done. But to abandon the project is not an option, as long as the inhumane and contrary to international law blockade consists we will challenge it. New date for an exit is in the first half of September.

 Charlie Andreasson – Ship to Gaza Norway

For Donate

www.gazaark.org

No comments yet.

Lascia un commento