Roma 22 ottobre: La resistenza non violenta del villaggio di Kafar Qaddum

Martedì 22 ottobre ore 18: La resistenza non violenta del villaggio di Kafar Qaddum. Incontro con Samir Shtaiwi e Murad Shtaiwi

 Presso la Fondazione Lelio e Lisli Basso, via della Dogana Vecchia 5, Roma

ASSOPACE PALESTINA-2013-Nonviolent Resistance-A4-page-0

Murad Shtaiwi: Coordinatore dei Comitati popolari per la resistenza nonviolenta palestinese del villaggio

Samir Shtaiwi: Sindaco del villaggio di Kafar Qaddum (vicino a Nablus)

Presentazione di Luisa Morgantini (già Vice Presidente del Parlamento Europeo)

Kafr Qaddum è un villaggio palestinese nella Cisgiordania settentrionale, a 17 chilometri a est di Qalqilya, da anni sta lottando per la possibilità di accesso alla strada principale che porta alla vicina città di Nablus che dista soli 13 km ma che necessita di un’ora per esser raggiunta. La strada principale di Kafr Qaddum, infatti, è stata chiusa nel 2002, rendendo l’accesso ai loro villaggi vicini di Jit, Sarra e alla città di Nablus impossibile senza una deviazione lunghissima su strade male asfaltate, in mezzo agli ulivi. Il villaggio aveva una popolazione di circa 3.500 abitanti a metà  2006, ma è andata via via diminuendo negli ultimi anni a causa  dei problemi e delle difficoltà causate dall’occupazione israeliana. L’emigrazione ha registrato un livello record nel corso degli ultimi due anni raggiungendo tra il 10-15% della popolazione totale. Circa 4.000 dunum di Kafr Qaddum  sono stati occupati dall’insediamento illegale di Qedumim e le manifestazioni settimanali del venerdì sono iniziate da quando è stato minacciato l’ampliamento dell’estensione dell’insediamento. Prima della Seconda Intifada, circa il 50 % dell’economia del Kafr Qaddum era legata allo stato di Israele. Dopo il 2002, oltre il 75 % della popolazione è rimasta senza lavoro.

 L’incontro di martedì si inserisce in un ciclo di conferenze organizzate da AssoPace Palestina per promuovere in Italia la conoscenza e la solidarietà con la resistenza nonviolenta e il coordinamento dei comitati popolari: https://popularstruggle.org.

 Per maggiori informazioni

Luisa Morgantini 348 3921465 lmorgantiniassopace@gmail.com

Livia Parisi 3485443954 liv.parisi@gmail.com

 Seguiteci anche su Facebook: Assopace Palestina

No comments yet.

Lascia un commento