Fondi per la barca Oliva a Gaza

Raccolta fondi per la barca Oliva a Gaza, protezione per la libertà dei pescatori

Nell’aprile del 2011 durante la conferenza per la resistenza non violenta di Bili’in, abbiamo lanciato insieme ai Comitati Popolari e a diverse associazioni di Gaza, la Barca Oliva. Avevamo già discusso con Vittorio Arrigoni della necessità di avere un presenza costante ed internazionale nel mare di Gaza per proteggere i pescatori quando vanno a cercare pesce per poter vivere. La marina israeliana impedisce ai pescatori di andare oltre le tre miglia e all’interno di questo spazio delimitato non c’è pesce  e spesso la marina attacca i pescatori ed anche la barca Oliva.

La prima quota per pagare la barca è stata raccolta durante la conferenza dei comitati popolari, poi abbiamo lanciato una sottoscrizione, ma non abbiamo mai lanciato una campagna vera e propria.
Ad un anno dal lancio della barca chiediamo di aiutarci a sostenere le spese della barca Oliva per continuare a proteggere e monitorare il mare in territorio palestinese e il lavoro dei pescatori di Gaza.
 Per maggiori informazioni sulla barca Oliva (in lingua inglese)
Per donazioni
  1.  PayPal  di Assopace
  2. Conto bancario del CPS Gaza
Entrambi i conti sono controllati dalle associazioni di Gaza.
Vi ringrazio per il vostro aiuto!
Luisa Morgantini

No comments yet.

Lascia un commento